SPORT

Centro Sportivo Aprilia alla 5^ edizione del trofeo karate Tuscia

Pioggia di medaglie per gli atleti del Maestro Amato

KARATE – 11 medaglie per undici atleti, questo è il risultato ottenuto dai ragazzi del Centro Sportivo Aprilia alla 5^ edizione del trofeo karate Tuscia.

Oltre 200 atleti presenti in rappresentanza di 12 società ed una bella e calorosa cornice di pubblico si sono ritrovati al Palazzetto dello sport di Montalto di Castro (Vt) domenica 27 gennaio.

I ragazzi del M° Amato hanno fatto il pieno ottenendo tra l’altro il 5° posto nella speciale classifica per Società, se si considera che era il club con il minor numero di atleti iscritti.

5 ori, 3 argenti e 3 bronzi, questo è il bottino di medaglie, così distribuito :

ORO –

Origlia Nicolò classe ragazzi cintura verde e blu;

Busico Daniele classe ragazzi cintura marrone ;

Piergallini Claudia classe u21 cintura marrone e nera;

Mangiapelo Matteo classe seniores cintura marrone e nera;

Pompei Silvia classe master “B” cintura marrone e nera.

ARGENTO –

Mercatante Rita classe ragazze cintura giallo e arancione;

Riccio Giorgia classe ragazze cintura marrone ;

Sdringola Valerio classe esordienti cintura marrone e nera;

BRONZO –

Bragagnolo Martina classe ragazze cintura giallo e arancione;

Sdringola Federico classe classe ragazzi cintura verde e blu;

Cittarelli Lorenzo classe esordienti cintura verde e blu.

Così commenta il M° Amato –“ Ringrazio tutti i partecipanti ed il loro genitori per la bella giornata di sport passata insieme, l’influenza di questo periodo ci ha ridotti come organico , ma la voglia di gareggiare era tanta. Queste competizioni di circuito sono importanti per verificare i nuovi e gli atleti più esperti, ma sempre con lo spirito giusto di accettare il verdetto del campo, essere contenti della vittoria e sdrammatizzare una sconfitta.

Sono orgoglioso per i miei allievi anche per il loro modo di comportarsi in gara, lavoro molto su questo aspetto, purtroppo..aimè..a volte lo sport propone modelli poco consoni all’etica sportiva, ma quando si passano giornate come queste dove l’obiettivo educativo dello sport ha permeato tutta la gara grazie anche al prezioso contributo di tutti gli altri tecnici presenti ed ufficiali di gara, nessuno ne esce sconfitto. Queste gare sono tappe formative per i giovani atleti, dove sperimentano, si confrontano, e fanno esperienza prima di approdare a quelle competizioni di carattere nazionale e internazionale futuro trampolino per campioni”.

(In foto Seconda fila da sx : Pompei Silvia, Piergallini Claudia, Mangiapelo Matteo, il M° Amato Maurizio. Prima fila da sx : Origlia Nicolò, Sdringola Federico, Cittarelli Lorenzo, Mercatante Rita,  Riccio Giorgia, Busico Daniele, Sdringola Valerio).

@ RIPRODUZIONE RISERVATA