Senza categoria

L’IC Matteotti per il Fridays for future: “Una scuola che guarda all’ambiente con responsabilità

APRILIA – Alla scuola Matteotti si insegna a rispettare l’ambiente

APRILIA – L’IC Matteotti per il Fridays for future: “Una scuola che guarda all’ambiente con responsabilità”. In tutto l’istituto comprensivo si sono svolte tantissime attività per la climate action week, la settimana dedicata all’ambiente, una mobilitazione mondiale contro l’emergenza climatica che sta mettendo in crisi il nostro pianeta e quindi la nostra stessa sopravvivenza. Questa mattina, il clou delle iniziative che ha visto la piantumazione di due alberi nel grande piazzale antistante la scuola secondaria di via Respighi grazie all’intervento e al sostegno degli organizzatori locali della manifestazione “sciopero mondiale per il futuro”: Roberto Fiorentini, Pietro Ferrulli, Giorgio Cardella e altri componenti del comitato organizzativo. La scelta degli alberi e la loro piantumazione è stata curata dall’agronomo Omar De Filippis per la parte tecnica. All’evento hanno assistito tutte le classi della secondaria di primo grado Matteotti insieme al dirigente scolastico Raffaela Fedele che ha voluto rispondere all’appello della protesta mondiale contro l’emergenza climatica in chiave didattico-formativa. L’iniziativa è stata preceduta da attività di presentazione dei lavori svolti nelle classi sulle conseguenze dell’inquinamento nel cambiamento del clima e la necessità di intervenire urgentemente. Sono stati realizzati dei cartelloni e delle presentazioni delle tematiche a cura degli insegnanti Rita Scanga, Carmela Ciotta, Antonietta Cerino ed Elena Quaranta. L’insegnante Francesco Guadagnuolo ha presentato l’opera “La tartaruga elettronica” realizzata per l’occasione con una speciale tecnica artistica da un alunno della III A. In tutti i plessi della Matteotti sono state realizzate molte attività parallele. Alla primaria Deledda tutti bambini, con in mano delle bandierine verdi, hanno inaugurato la mostra di cartelloni esterna all’edificio e le classi seconde C,D,E,F hanno proposto la giornata della merendina ecosostenibile. Per ricreazione hanno mangiato solo la frutta. Anche la primaria di Campoverde ha svolto delle lezioni e dei dibattiti sull’emergenza climatica e tutti gli alunni hanno preso parte a due flash mob sulle note di “Pango in difesa dell’ambiente” e “Sing for the climate” lo slogan più famoso in tema ambientale. “Ringrazio veramente tutti gli insegnanti e gli alunni prima di tutto per quanto hanno svolto –ha detto il dirigente scolastico Raffaela Fedele- Con le loro attività hanno contribuito a portare nelle loro famiglie e quindi nella nostra città, una particolare sensibilità verso l’ambiente e in particolare hanno dato uno sguardo attento e critico verso i cambiamenti climatici. Ringrazio infine, tutti i componenti del comitato promotore delle iniziative cittadine per lo sciopero mondiale per il futuro. Sono stati molto disponibili e hanno realizzato quel legame, indispensabile, che una scuola deve avere con il territorio. Legame che continuerà per la manutenzione di tutta l’area verde con la realizzazione di un boschetto all’interno della scuola”. L’impegno dell’Ic Matteotti verso le tematiche ambientali continuerà l’11 ottobre quando alle ore 18.30 al teatro Europa circa 250 bambini si esibiranno per la sesta edizione del memorial di San Francesco, il santo patrono d’Italia, scrittore tra l’altro del cantico delle creature e considerato forse a buon diritto il primo “ecologista” della storia. “Nostra Madre Terra” è il titolo dello spettacolo musicale che vedrà coinvolte tutte le classe quarte della primaria Deledda e Campoverde e la sezione ad indirizzo musicale della secondaria in una trama che tratterà tra recitazione e canto dell’inquinamento atmosferico e marino, degli allevamenti intensivi, dello sviluppo industriale, del problema del nucleare, della plastica e delle discariche, della fame del mondo ma anche del consumismo alimentare. San Francesco diventa così il protagonista di un viaggio immaginario nella Terra del 2019 tra Amazzonia e Siberia che vanno in fiamme e i ghiacciai che si sciolgono. Il tutto con musica dal vivo. Ad accompagnare il viaggio gli insegnanti della sezione ad indirizzo musicale della secondaria: Riccardo Toffoli (pianoforte), Francesco Deantoni (Violino), Bruno Soscia (Clarinetto) e Marco Martelli (chitarra) con il supporto dell’insegnante Roberto Erdas alla batteria dell’associazione Kammermusik. A dirigere i cori l’insegnante di educazione musicale e coordinatrice della sezione Gabriella Vescovi.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA