SCUOLA

Aprilia: Progetto Erasmus+, l’istituto comprensivo Toscanini in prima fila e partner di una scuola di Malaga

ApriliaL’Istituto comprensivo Toscanini è la scuola capofila del progetto Erasmus+New Methods and Technologies for the post pandemic School Education System to counter learning obstacles.

Erasmus + è il Programma dell’Unione europea per il periodo 2021-2027, all’interno del quale assumono ruoli fondamentali temi quali l’inclusione sociale, la sostenibilità ambientale, la transizione verso il digitale e la promozione della partecipazione dei giovani alla vita democratica. Le scuole partecipanti collaborano con altre scuole europee in progetti con tematiche di comune interesse ed effettuano mobilità di alunni e staff presso le scuole partner. Ciò rappresenta per la scuola una opportunità di cambiamento in una dimensione europea, di innovazione e miglioramento, di promozione dei valori dell’inclusione e della tolleranza.

“Il nostro progetto – scrive l’istituto – attiene all’Azione chiave 2 (KA2) ed è articolato in due moduli che presentano le stesse attività ma affrontano due argomenti differenti da cui conseguono risultati formativi diversi”.

Il I ModuloINTEGRATED METHODS FOR TEACHING è incentrato sulla formazione del personale della scuola con l’obiettivo di promuovere la transizione digitale delle istituzioni educative nella scuola Primaria e Secondaria, integrando pratiche di insegnamento/apprendimento che combinano metodi tradizionali con metodi digitali, allo scopo di favorire lo sviluppo di metodologie e strumenti per gli studenti con difficoltà nell’apprendimento legate alla concentrazione o attenzione, allo sviluppo del linguaggio o all’elaborazione di informazioni visive e uditive.

Ne conseguirà un rafforzamento delle competenze linguistiche e tecnologiche del personale docente delle istituzioni partecipanti e la creazione di uno spazio europeo di apprendimento /insegnamento per potenziare il sistema di apprendimento online.La mobilità sarà in Portogallo, a Ponte de Lima, dove si prevedono corsi formativi, workshop, tavole rotonde e meeting. Si svolgeranno sondaggi, conferenze, job shadowing, workshop, briefing e attività di comunicazione e monitoraggio a livello nazionale.

Il II Modulo TECHNOLOGICAL TOOLS FOR LEARNING OBSTACLES post Covidsi svilupperà il prossimo anno scolastico a livello nazionale e internazionale e prevede corsi e aggiornamenti sull’utilizzo delle attuali tecnologie applicate ai disturbi dell’apprendimento degli studenti. La mobilità sarà in Germania, a Xient.

“Il nostro Istituto a sua volta – concludono dalla scuola Toscanini – è partner del CEIP Los Morales, una scuola di Malaga (Spagna), che ha sviluppato il progetto Erasmus+We are ecohealthy! attinente all’Azione chiave 1 (KA1). L’obiettivo del progetto spagnolo è di promuovere le sane abitudini alimentari e l’orto scolastico come tema da condividere con altre scuole straniere, presentando le abitudini alimentari, le coltivazioni, le ricette proprie e confrontandole con usi, coltivazioni e diete di altre culture. Vengono così promossi la cura dell’ambiente, l’uso delle energie rinnovabili, il riciclo e il riutilizzo dei materiali.

Nelle giornate del 21 e 22 febbraio saranno ospiti del Toscanini il Dirigente scolastico e una professoressa del CEIP Los Morales, in visita per conoscere gli ambienti e le attività in cui saranno coinvolti i loro alunni che verranno da Malaga nel mese di maggio. I docenti e gli alunni della nostra scuola Secondaria di I grado hanno organizzato a tale scopo spettacoli teatrali, laboratori di body percussion, lingua inglese e spagnola, riciclo, coding, scienze. I due ospiti saranno portati in visita ai Giardini di Ninfa, alla tenuta Calissoni-Bulgari e a Roma. Il 23 febbraio saranno accolti nell’aula consiliare dal Sindaco di Aprilia dove saranno presenti rappresentanti delle istituzioni politiche e del Ministero della Cultura e del Merito.

Grazie a questa grande occasione di incontro con alcune scuole europee gli alunni e i docenti dell’Istituto Toscanini acquisiranno conoscenze di inestimabile valore sociale e culturale”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA