SCUOLA

Le attività realizzate dagli alunni dell'Istituto Comprensivo "Pascoli" in occasione della Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri

L’omaggio degli studenti della Pascoli al sommo poeta Dante

Aprilia – L’Istituto Comprensivo “Giovanni Pascoli” di Aprilia ha voluto onorare il Sommo Poeta in occasione della Giornata Nazionale dedicata a Dante Alighieri.

Lo studio approfondito di Dante e della Divina Commedia alla Pascoli è partito già dallo scorso anno con le attuali classi 3A, 3D, 3E, 3H e 3I grazie al progetto “Quadri danteschi”, un lavoro di grande impegno che ha avvicinato gli studenti dell’Istituto al grande autore fiorentino attraverso percorsi di studio e attività laboratoriali che hanno coniugato competenze letterarie, artistiche, digitali e recitative. Il progetto si è poi concluso con un evento aperto alla cittadinanza tenutosi nel maggio scorso e che ha riscosso un importante riconoscimento in termini di partecipazione di pubblico e di interesse da parte della stampa.

Lo studio su Dante sta proseguendo anche nel presente anno scolastico, con i ragazzi delle classi 2A e 2H, coordinati dalle loro docenti Loredana Melgiovanni, Gledis Baravelli, Mariangela Cafaro e Anna Maria Mulas, attraverso un’attività didattica a classi aperte che reca il nome di Global Kωμῳδία, Commedia Globale.

Il nome assegnatole non è affatto casuale perché essa rappresenta un percorso avvincente, sospeso tra la cultura e le vicissitudini dell’epoca medievale e il tempo presente nel quale ci si arricchisce e ci si incontra in un felice contatto di lingue e di culture. Questo aspetto viene rappresentato attraverso la stesura e la narrazione dei versi della Divina Commedia non solo nel volgare fiorentino che fu fortemente voluto dal poeta per la sua opera somma, ma anche nelle diverse lingue di origine dei ragazzi: romeno, russo, arabo, cinese, portoghese, francese e inglese. Il percorso di studio sull’Alighieri si vivifica altresì nella sinergia espressiva che scaturisce dal connubio di letteratura, canto, danza, musica, arti figurative, tecnologia, didattica a distanza, di una recitazione che spazia tra la dimensione aulica e quella più umoristica…

E’ dunque una Divina Commedia intesa in una visione ad ampio spettro, globale, arricchita dall’estro e dalle competenze linguistiche, digitali e artistiche dei ragazzi coinvolti.

La parte del progetto che include la recitazione, la danza, il canto e la musica, cui i ragazzi stavano attendendo con grande impegno e partecipazione, è stata purtroppo momentaneamente sospesa a causa dell’interruzione delle lezioni in presenza ma riprenderà non appena sarà consentito il rientro a scuola degli alunni e del personale docente. Tuttavia continua incessantemente la didattica della Divina Commedia nella modalità a distanza… e i frutti sono davvero degni di lode!

Il percorso di approfondimento della figura di Dante e della sua opera somma, avrà modo di dipanarsi anche nel corso del prossimo anno scolastico, in concomitanza con la celebrazione dei 700 anni dalla scomparsa del grande poeta fiorentino, perché la forza primigenia delle immagini da lui rievocate, la modernità derivata dalla sperimentazione di sempre nuove possibilità espressive, la ricerca di un’etica fondata sui concetti di giustizia e di onestà, fanno di Dante Alighieri, pietra miliare della cultura italiana, un autore sempre attuale e piacevolmente fruibile.Grande l’apprezzamento del Dirigente Scolastico, prof. Ciro Scognamiglio, il quale oltre ad ammirare il lavoro fino a qui svolto, coglie l’occasione di lodare l’impegno e la serietà profusi nella didattica a distanza da parte di alunni e docenti in questo momento di particolare difficoltà.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA