SCUOLA

La studentessa del Liceo A. Meucci di Aprilia, prima classificata de “La scrittura non va in esilio”.

“La scrittura non va in esilio”, su Rai cultura vince l’Apriliana Maria Alexandra Falcaru

Giovedì 29 ottobre, in diretta sul sito di Rai Cultura, migliaia di studenti delle scuole superiori di 15 città italiane sono stati i protagonisti dell’evento realizzato dal Centro Astalli in collaborazione con Rai Cultura (media partner della manifestazione), dedicato alla cultura, ai libri, all’educazione e alla scuola, “come vie per una società solidale e inclusiva delle diversità”. La manifestazione, si è svolta online, un’occasione per premiare gli studenti vincitori della XIV edizione del concorso letterario “La scrittura non va in esilio” riservato alle scuole medie superiori. Il racconto “Storia di Bashiir” di Maria Alexandra Falcaru, studentessa del Liceo Antonio Meucci di Aprilia (LT), primo classificato de “La scrittura non va in esilio”, letto da Valerio Mastandrea.
Ha vinto la «Storia di Bashiir» per aver affrontato per la prima volta il tema dell’emigrazione per motivi di omofobia: «Io ho fatto dell’amore la mia vita – inizia, infatti, il racconto- .Il mio Paese ha fatto dell’amore una condanna- Era questa la frase che continuava ad echeggiarmi nella testa. La ripetevo come una preghiera,mentre il barcone su cui mi trovavo proseguiva spedito verso un mondo per me del tutto nuovo, accompagnato dal rumore delle onde nel silenzio di coloro che, spinti dalla speranza, compivano il mio stesso viaggio verso l’ignoto».
I vincitori hanno ricevuto in premio zaini di libri offerti dal Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Editori Laterza, Sinnos Editrice e il programma Fahrenheit di Rai Radio 3.
Alexandra Maria Falcaru già vincitrice nel 2018 con “Il mondo delle fate” aggiudica il secondo posto all’Istituto “A. Gramsci” al concorso letterario di scrittura creativa del Comune di Aprilia.
@ RIPRODUZIONE RISERVATA