SCUOLA

Il liceo apriliano protagonista del progetto "Collaborative mapping"

APRILIA: Ridisegnare il territorio valorizzando il patrimonio culturale, artistico e paesaggistico, il progetto del Meucci

APRILIA – IL MAB : una mappatura emotiva.
Nell’ambito dell’azione #25 del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) il LICEO MEUCCI di APRILIA ha partecipato al progetto “Collaborative Mapping” (laboratorio a squadre di mappatura collettiva e partecipata di un luogo che integra i dati percettivi con le conoscenze culturali e geografiche) che si è tenuto a Lisbona lo scorso anno scolastico nell’ambito della formazione promossa dall’attuale Ministero dell’Istruzione. Il progetto nazionale nasce dalla “visione” delle D.S. Alessandra Onofri dell’IPSSEOA Ranieri Costaggini di Rieti e Laura Virli dell’ISS Blaise Pascal di Pomezia che hanno creato una rete tra le 30 scuole partecipanti suddivise in 9 sottoreti macroregionali La Rete intende investire sul format CBL (Challenge Based Learning) e OL (Outdoor Learning) del Collaborative Mapping attraverso l’ideazione di itinerari disegnati all’interno di luoghi significativi, centrati sulle tematiche di cittadinanza globale e digitale, patrimonio culturale-artistico-paesaggistico, sviluppo sostenibile. La sottorete 7 costituita, oltre che dal LICEO MEUCCI la cui Dirigente Scolastica è la prof.ssa Laura De Angelis, con la presenza della docente referente Laura Ranchelli, è composta dall’l’Istituto Comprensivo Cassino1 di Cassino (FR), il Liceo Blaise Pascal di Pomezia (RM) e l’Istituto Comprensivo Ferdinando Russo di Napoli si propone di attivare un osservatorio permanente del territorio che possa essere di supporto agli enti pubblici per il costante monitoraggio delle opportunità e dei temi che si rinnovano di anno in anno.

Il progetto è iniziato il 19 marzo e si concluderà entro luglio. Il corso si suddivide in due fasi, una dedicata ai docenti 19-26 marzo e una dedicata agli studenti delle classi II della scuola secondaria di primo e alle classi IV della scuola secondaria di secondo grado (aprile/maggio). Il #MAB offre un’occasione unica al mondo scolastico per essere protagonista nel vedere e ridisegnare una porzione di territorio con il proprio apporto con l’obiettivo di un miglioramento globale.
La sottorete 7 ha scelto nel proprio territorio di pertinenza 15 scuole con le quali verranno organizzati laboratori della durata di 30 ore rivolto a 19 docenti di scuola secondaria di primo e secondo grado. Tali docenti verranno formati per poi proporre nuovamente la metodologia “MAB” agli alunni delle loro scuole.
La giornata iniziale del 19 Marzo ha visto l’intervento della fotografa Adelaide Di Nunzio autrice del libro fotografico “Architetture criminali” edito da Crowdbooks, mentre nella giornata del 26 Marzo interverrà il dott. Ciro Cacciola – Direttore del Museo MAV di Ercolano.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA