SCUOLA

Lunedì 9 dicembre dalle 15 alle 17 la conclusione dei lavori alla presenza dell'amministrazione comunale

APRILIA: Gli alunni della scuola Matteotti dedicano un progetto alla storia e all’archeologia del territorio

APRILIA – Gli alunni dell’istituto comprensivo “Giacomo Matteotti” di Aprilia concludono l’anno scolastico 2019 con un progetto dedicato alla storia e all’archeologia del territorio apriliano.

La storia e l’archeologia del territorio stanno diventando, negli ultimi anni, oggetto di studio e di forte interesse da parte delle istituzioni scolastiche.

E proprio una di queste, l’istituto comprensivo “Giacomo Matteotti” di Aprilia, ha svolto un intero programma in merito, coinvolgendo prima le scuole elementari per quanto riguarda le epoche preistorica e romana in particolare e poi, la scuola media per quanto riguarda l’epoca medievale, fino ad arrivare a qullea contemporanea, puntando con particolare enfasi sulla fondazione della citta’ di aprilia e sul suo coinvolgimento durante il secondo conflitto bellico.

Pertanto, in occasione della conclusione di lavori, il giorno lunedi’ 9 dicembre dalle ore 15 alle ore 17, presso il plesso della scuola media dell’istituto comprensivo “Giacomo Matteotti”, gli alunni delle classi di prima media, che sono coinvolti, saranno i veri protagonisti, accogliendo i genitori, il sindaco di Aprilia, l’assessore elvis Martino e chiunque altro voglia partecipare, attraverso vere e proprie visite guidate riguardo cartelloni da loro relizzati lungo i corridoi dell’istituto e forniranno sia notizie storiche che osservazioni personali su tematiche inerenti la conservazione della memoria storica della loro citta’ e non solo.

Il tutto proseguira’ in aula magna, dove sarà proiettato un video che riassume il lavoro svolto che ha riguardato i fatti e i personaggi del territorio apriliano dal medioevo fino ad oggi.

Il progetto, portato avanti dalla docente di lettere Maria Elena Quaranta, dalla docente di lettere e archeologa Chiara Della Valle e dal professore in paletnologia Michelangelo La Rosa, ha coinvolto i ragazzi attraverso un lavoro di tipo laboratoriale in aula e attraverso l’osservazione diretta con visite in siti all’aperto, quali il cimitero inglese, il museo dello sbarco di Anzio e il centro dell citta’ di aprilia con i suoi monumenti rappresentativi di oggi e le sue ricostruzioni dopo la guerra.

Gli alunni hanno affrontato argomenti di carattere geostorico in maniera diversa dalla didattica tradizionale e hanno sicuramente acquisito e rafforzato il concetto di “memoria” e di valorizzazione, per il futuro, di un territorio ancora poco conosciuto veramente.

 

 

 

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA