SCUOLA

L'incontro si inserisce all'interno delle attività incentrate sul contrasto al bullismo, cyberbullismo e violenza di genere

APRILIA: Al Rosselli l’incontro con il Garante per l’infanzia e l’adolescenza della regione Lazio

APRILIA –  Si è svolto il 4 novembre, presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Carlo e Nello Rosselli” di Aprilia, l’incontro con la dottoressa Monica Sansoni, Garante per l’infanzia e l’adolescenza (AGIA) della regione Lazio.

Forte della collaborazione con l’Istituto Superiore, la neoeletta Garante, ha inaugurato, proprio al Rosselli, una serie di incontri, nelle scuole della provincia di Latina. Finalizzati alla promulgazione del dialogo sulle fenomenologie delle varie devianze minorili, tali interventi si inseriscono nel panorama di attività incentrate sul contrasto al bullismo, al cyberbullismo ed alla violenza di genere.

Accolta dal Dirigente Scolastico, il Professor Ugo Vitti, dall’organizzatrice dell’evento, la Professoressa Sabrina Vento e da alcune classi prime dell’Istituto, la dottoressa Sansoni ha sottolineato la rilevanza della strategia del dialogo, quale arma per contrastare le problematiche giovanili: “Ritengo di fondamentale importanza, dare largo spazio all’ascolto dei ragazzi, cercando di instaurare con loro, un dialogo quanto più possibile empatico, per sintonizzarsi sulle emozioni più vere, positive o negative che siano”.

La professoressa Sabrina Vento, ha valorizzato la presenza della Garante, quale punto di riferimento per il Rosselli, sia come responsabile sportello d’ascolto, sia come criminologa e criminalista forense.

Gli studenti coinvolti nell’incontro, si sono mostrati molto propensi al dialogo ed hanno manifestato l’interesse ad effettuare ulteriori incontri, per approfondire gli aspetti per loro più significativi.

“Esprimiamo grande soddisfazione, per tale incontro – afferma il Dirigente Ugo Vitti – e diamo tutta la nostra disponibilità, per favorire tali sinergie tra le varie istituzioni, nell’intento di creare una società civile fondata sul rispetto e la non-violenza”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA