SCUOLA

APRILIA: AL Rosselli concluso il progetto Accoglienza rivolto ai neo-iscritti delle classi prime

APRILIA – Concluso con successo il progetto “Accoglienza”, promosso dall’Istituto d’Istruzione Superiore “Carlo e Nello Rosselli” di Aprilia e rivolto agli alunni neo-iscritti delle classi prime. L’iniziativa, svoltasi nei primi mesi del nuovo anno scolastico e finalizzata all’accoglienza ed alla socializzazione, ha incluso attività ludico-didattiche, svolte presso le sedi Est ed Ovest dell’Istituto, ed uscite didattiche sul territorio.

“La finalità del progetto – dichiara la referente, la Prof.ssa Luigina De Chiara – consiste in un apprendimento attraverso l’azione, l’esplorazione, il contatto con la natura ed il territorio, in una dimensione ludica, forma di base di relazione e di conoscenza, grazie all’impiego di attività di potenziamento atte a rafforzare le competenze previste dal D.L. 22 marzo 2021, n. 41. Si è inteso, inoltre, offrire – aggiunge la De Chiara – informazioni e conoscenze sui vari ambienti naturali e riflessioni sulla salvaguardia degli stessi, con riferimento all’Agenda 2030. Di fondamentale importanza, inoltre – conclude la prof.ssa De Chiara – curare la socializzazione e l’integrazione dei nuovi studenti nell’Istituto, abilità e competenze di forte rilevanza, tra gli obiettivi principi del progetto”.

Impegnati nello svolgimento delle attività, proposte dalle professoresse De Chiara, Vento, Leonessi, De Vito e Bagnara e dai professori Di Sauro, Di Leva e Mastrantonio, gli alunni hanno fruito di moduli didattici sull’insegnamento di scienze motorie, scienze integrate Terra, matematica e didattica laboratoriale di informatica, con incontri per ogni disciplina, basati sull’approccio ludico-didattico, caratteristica del progetto d’Istituto.

Competenze acquisite, quindi “sul campo” con obiettivi trasversali per le discipline coinvolte, quali: la capacità di porsi in ascolto, la condivisione e lo scambio di conoscenze e competenze, il favorire una partecipazione attiva e responsabile ed una educazione ambientale basata sulla sostenibilità.

Le uscite didattiche, svolte per l’intera giornata del sabato, hanno compreso visite al Parco Nazionale del Circeo, alla riserva naturale di Tor Caldara ed alle Grotte di Nerone e sono state finalizzate all’osservazione dell’ambiente naturale, per discutere della salvaguardia delle spiagge e dell’ambiente e per esplorare i vari paesaggi naturali del territorio.

Esperienze suggestive che hanno entusiasmato gli studenti e che hanno consentito loro di integrarsi e relazionarsi con gli altri compagni dei diversi indirizzi: “Un’occasione importante – afferma Ilary –  per socializzare tra di noi e per imparare tante cose, che prima non conoscevamo, attraverso le attività ludiche, con le quali ci siamo divertiti veramente tanto”. “Utilizzare questo tipo di  didattica – aggiunge Gabriele – ci ha permesso di rinforzare argomenti svolti in classe, con metodi quali giochi di squadra, quiz e sfide. Non sono state ore pesanti, ma di svago e di divertimento, accostati a serietà nei momenti di studio”. “Partecipare al progetto accoglienza – riporta David – è stata per me un’esperienza costruttiva che mi ha lasciato dei bellissimi ricordi. Infatti, non solo mi ha dato la possibilità di ampliare le mie conoscenze culturali ma, considerata la mia personalità introversa, mi ha anche permesso di fare amicizia con ragazzi di altre classi che”. “Un’altra parte importante del progetto Accoglienza – sostiene Valerio – è rappresentata dalle uscite didattiche: L’uscita al Parco Nazionale del Circeo si è svolta con una piacevole passeggiata nel bosco, accompagnati dalle guide del parco, che hanno descritto le caratteristiche del territorio, della flora e della fauna, continuando poi con un’escursione sulle spiagge e con un giro panoramico nella zona. Nella seconda gita, a Tor Caldara, riserva naturale regionale, una guida digitale ci ha fatto esplorare il parco e ci ha narrato storia e sue caratteristiche. Infine, alle Grotte di Nerone, le professoresse ed i professori che ci hanno accompagnato, ci hanno spiegato l’interessante storia di queste suggestive grotte”.

 

Grande soddisfazione ed orgoglio per il Dirigente Scolastico, il Prof. Ugo Vitti, il quale sottolinea l’importanza di tali progettualità per inserire al meglio gli studenti, congratulandosi con il personale docente sempre disponibile a supportarlo

L’adesione e la partecipazione alle attività del progetto è stata interamente finanziata con i fondi ministeriali.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA