PRIMA PAGINA

L'episodio è avvenuto nella mattinata di ieri

Tentato suicidio al carcere di Velletri, tempestivo intervento degli agenti

A darne notizia sono i sindacalisti del Si.P.Pe.

Velletri –

Nella mattinata del 19 Agosto un detenuto Italiano di mezza età ha cercato di togliersi la vita chiudendosi dentro il bagno per poi impiccarsi usando come corda la propria camicia. Grazie al tempestivo allarme dato dall’agente addetto al controllo detenuti si potuto evitare che accadesse il peggio. Gli Agenti per salvare la vita al detenuto hanno dovuto utilizzare tutte le attrezzature necessarie per forzare la porta del bagno perché in ferro e chiusa bene. A darne notizia sono i sindacalisti del Si.P.Pe. (Sindacato Polizia Penitenziaria) Carmine Olanda e Ciro Borrelli che da sempre denunciano le difficili condizioni che si vivono nei Penitenziari. Sembrerebbe, riporta il sindacato,  che il gesto messo in atto dal detenuto sia stato scaturito dal fatto che non volesse spostarsi di sezione da dove era ristretto. Questo tipo di episodi – commentano i sindacalisti Olanda e Borrelli – purtroppo si stanno verificando anche in molti Istituti. E’ giunta l’ora che le Istituzioni cominciano a prendere seri provvedimenti per prevenire questo fenomeno. Il detenuto che ha tentato di togliersi la vita fortunatamente non ha riportato gravi conseguenze per la sua salute, è stato immediatamente fatto visitare dai sanitari del Carcere che hanno constato solo i segni marcati al collo lasciati dalla corda ricavata dalla sua camicia. Come sindacato – concludono Olanda e Borrelli – ci congratuliamo con tutti gli Agenti della Polizia Penitenziaria di Velletri per avere dimostrato ancora una volta grande professionalità d’intervento.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA