PRIMA PAGINA

Ottime prove delle ragazze del Primavera Campus Aprilia ai Campionati Italiani di nuoto sincronizzato

Servizio a cura di Spartaco Meloni 

Aprilia – Primavera Campus Aprilia – Nuoto Sincronizzato – Ottimo risultato ai Campionati Italiani alla piscina comunale Carlo Zanelli di Savona. Parole e testo a chi ha sempre creduto in questo progetto. Kety Taglioni : ” Quella di quest’anno è stata una stagione anomala e difficile su diversi fronti, dalle continue quarantene a cui sono state sottoposte le ragazze, agli spazi e orari di allenamento ridotti, per non parlare dell’organizzazione delle varie competizioni sia a livello regionale che nazionale sempre in continuo aggiornamento sulla scia dei diversi d.p.c.m che nel corso di questo anno si sono susseguiti.
Nonostante tutto l’accaduto sia noi come tecnici, sia le ragazze, abbiamo continuato a lavorare duro e sodo per il raggiungimento dei nostri obiettivi, e il risultato che abbiamo ottenuto a Savona agli inizi di luglio ne è stata la prova. La nostra atleta più piccola in categoria, Saro Beatrice Luisa, classe 2008, oltre ad aver fatto una stagione strepitosa qualificandosi già dalla prima prova regionale per i campionati nazionali, ha continuato a migliorarsi e al suo esordio in questo campionato nella specialità del solo e sotto le note di “the drivers licence”, ha incantato la giuria e si è piazzata quindicesima in Italia. La sua dote era già nota ai tecnici Kety Taglioni e Alice Pelucchini lo scorso anno quando nella categoria precedente riuscì a conquistare un bronzo ad un campionato regionale su oltre 100 atlete, ma all’epoca non era stato possibile prepararla per una performace artistica, e così a distanza di oltre un anno ha ottenuto la sua rivincita. La cosa più bella è stata vederla nel corso delle varie prove che hanno anticipato il campionato italiano in questione, sempre più sicura di sé, migliorando di volta in volta il suo punteggio fino al fantastico 68.700 di Savona. Vederla “danzare” senza timore, cercando il massimo di quel che avrebbe potuto fare e mantenendo la concentrazione per tutta la durata dell’esercizio libero ci ha riempito di gioia e le lacrime versate prima, dopo e durante la sua esibizione sono state l’espressione della nostra gioia, del nostro orgoglio e della nostra rivincita per un lavoro di team perfetto e ben strutturato che ci rende ancora più fiere e convinte del nostro operato.
Sia io che Alice, sappiamo che c’è ancora tanto da fare per questa atleta e per tutte le sue compagne, perché la categoria in cui gareggeranno da qui in avanti per i prossimi due anni non permette errori, ma ad oggi siamo consapevoli di aver gettato un semino che ci permetterà di crescere ancora e ci darà la forza di fare sempre meglio….”
Servizio a cura di Spartaco Meloni 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA