POLITICA

M5S boccia il bilancio Principi- Ragusa: “un futuro di debiti ed interessi sui debiti”

Aprilia – Con delibera di Consiglio Comunale n. 1157 del 4 aprile 2024 è stato approvato il bilancio preventivo del Comune di Aprilia per il periodo 2024-2026. Purtroppo, scrive Andrea Ragusa, l’ipotesi copia-incolla, che sarebbe stata fatta con il bilancio dell’anno precedente, come detto da qualcuno, sarebbe stata l’ipotesi migliore per la città di Aprilia ed i cittadini apriliani; la realtà è molto più amara! Le pagine 8 e 9 della Nota Integrativa al Bilancio di previsione 2024-2026, riportano:

  1. Il ripianamento del “maggior disavanzo” del 2015 di 44.111.408,30 € (con pagamento di una rata annuale di 437.046 € fino al 2044) ed un residuo al 31/12/2023 di 30.177.985,81 €;
  2. l’accantonamento/vincolo da apporre al risultato di Amministrazione – Anticipazione di liquidità Cassa Depositi e Prestiti D.L. 35/2013  di 31.876.217,70 € ed un residuo al 31/12/2023 di 395.482,09 (il cui pagamento della rata di rimborso si protrarrà fino al 2051.

I cittadini di Aprilia che si preoccupano per il futuro della città, già da questi dati possono dedurre il tipo di futuro che li aspetta: debiti ed interessi sui debiti. Il Sindaco, probabilmente per non far preoccupare i cittadini di Aprilia, ha inserito in questa tabella solo il debito in conto “capitale”, ossia la quota relativa al solo debito, senza menzionare la quota interessi; preoccuparsi della salute dei cittadini, specie quelli a rischio cardiaco,  è importante. Il dato relativo agli interessi passivi, purtroppo si trova a pag.57 del bilancio di previsione (allegato2) e consistono per il 2024 nella somma di 1.547.860,66 euro. Il Fondo Crediti di Dubbia e difficile Esazione (Allegato  3 – pag.57) già nel 2021 pari a 43.071.080,29 euro è cresciuto nel 2022  a 53.500.061,53 euro. Tale ultimo importo è stato preso come riferimento al 12/2023 senza ulteriore aggiornamento ed a riferimento del bilancio preventivo 2024-26″.

“Sempre nella Nota Integrativa al Bilancio di previsione 2024-2026, che riguarda le entrate correnti previste per il triennio 2024-26, si evidenzia:

  • una previsione di recupero dell’evasione IMU per il 2024 di 4.000.000 €;
  • entrate per TARI pari a 14.200.000 €/anno;
  • una previsione di recupero dell’evasione TARI per il 2024 di 3.800.000 €;

Gli importi sembrano troppo ottimistici, per non definirli esageratamente alti, in relazione a quanto riscosso nel pregresso, che ne pensano sindaco e assessore? Nell’allegato b), si trova il nuovo debito previsto per il 2024 di 9.590.000 euro relativo alla nota transazione fra Comune e privato per la questione Parco dei Mille, ma la cifra risulta al netto degli interessi aggiungendo i quali si dovrebbe arrivare ad una cifra che si aggira sui 15.000.000 €. Più che un bilancio di previsione è un incubo di debiti ed importi non corrisposti per Aprilia ed i cittadini apriliani. Infine, non ho trovato in nessun allegato la questione relativa al credito, per oltre 10.000.000 €, vantato dal Comune nei confronti della RIDA Ambiente per i ristori ambientali, sono stati per caso pagati o si è deciso di inserire questo credito direttamente nel bilancio consuntivo?”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA