POLITICA

Iniziate le operazioni di abbattimento dell’ECOMOSTRO DI TORVAIANICA, i 5 Stelle: “grande risultato del sindaco Zuccalà”

POMEZIA – Sono iniziate questa mattina le operazioni di abbattimento dell’ecomostro situato sul litorale di Torvaianica. Alla cerimonia ha presenziato il commissario straordinario del comune pometino giunto dopo la sfiducia subita dall’ex sindaco del Movimento 5 Stelle Adriano Zuccalà. Oggi, però, i grillini rivendicano con forza questo successo. “L’abbattimento dell’ecomostro di cemento armato sul litorale di Torvaianica, iniziato stamattina – spiegano l’assessore al Turismo della regione Lazio Valentina Corrado ed il capogruppo 5 Stelle alla regione Lazio Loreto Marcelli – è un altro grandissimo risultato raggiunto dall’Amministrazione 5 Stelle di Pomezia. Un traguardo che sembrava irraggiungibile e che invece si è concretizzato grazie alla tenacia del sindaco Adriano Zuccalà che ha di fatto sbloccato la situazione, attraverso l’acquisto da parte del Comune di Pomezia, tramite asta, dell’immobile fatiscente e abbandonato, per poi avere la possibilità di procedere con la demolizione e la riqualificazione dell’area del Belvedere”.

“Dopo 15 anni -– afferma l’assessora Valentina Corrado –  in cui la struttura ha deturpato il lungomare, finalmente da piazza Ungheria i cittadini potranno nuovamente godere della vista del mare. Una riqualificazione e che, tra le altre cose, aumenterà notevolmente l’attrattiva turistica del territorio, con una conseguente ricaduta positiva su tutto il tessuto economico della zona. Oggi termina uno stallo durato 15 anni e una brutta pagina di abusi edilizi”.

 

“Grazie al processo partecipativo avviato dall’Amministrazione comunale, che ha invitato i cittadini ad inviare proposte su come riprogettare l’area finalmente libera dallo scheletro di cemento armato – dichiara Loreto Marcelli  il nuovo volto di piazza Ungheria risponderà alle esigenze, le necessità e i desideri degli abitanti. Un approccio di coinvolgimento e condivisione importante non solo per la crescita sociale, ma che rafforza il senso di appartenenza ed il legame con il proprio territorio”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA