POLITICA

L'intervento è del capogruppo della Lega di Aprilia Roberto Boi

APRILIA: “Stop alla discarica e agli impianti di trattamento rifiuti, la Regione voti i nostri emendamenti”

APRILIA – “I consiglieri regionali della Lega, attraverso le proposte di emendamento al Piano Regionale dei rifiuti protocollate nei giorni scorsi, hanno espresso una linea chiara, che rispecchia il pensiero della Lega di Aprilia rivolta verso gli interessi della comunità apriliana contro quelli dei privati: nessuna discarica, nessun impianto per il trattamento dei rifiuti potrà più trovare posto su un territorio già troppo vessato come quello del Comune di Aprilia e gli impianti già esistenti in futuro dovranno accontentarsi delle autorizzazioni già approvate, senza poter sperare in successivi ampliamenti”.

L’intervento è del capogruppo della Lega di Aprilia Roberto Boi.

“Inoltre, a rafforzare l’emendamento principale – spega Boi – altre tre richieste che mirano a impedire l’arrivo di impianti impattanti a ridosso di centri abitati e case sparse in periferia, facendo recepire alla Regione cartografie non più aggiornate la pianificazione urbanistica approvata dal Comune – come la variante urbanistica per i nuclei spontanei; prevedendo l’impossibilità di realizzare impianti nei pressi delle zone agricole di pregio dove proliferano anche colture bio e delle sorgenti delle acque minerali, risorse di cui la periferia di Aprilia è ricca e che devono ad ogni costo essere preservate.
Il nostro auspicio è che questi emendamenti per la salvaguardia di Aprilia, troppo spesso trasformata in ricettacolo di rifiuti anche della Capitale, vengano approvati e inseriti nel Piano Regionale dei rifiuti in vista della prossima approvazione, per impedire che la città subisca ancora decisioni calate dall’alto. Per questo lanciamo un appello, rivolto ai consiglieri comunali e alle forze politiche di Aprilia, affinché indipendentemente dal partito di appartenenza e dei propri riferimenti politici, intercedano presso i loro rappresentanti in Regione, chiedendo loro di approvare gli emendamenti salva Aprilia. Non è importante infatti per noi mettere la bandierina su questi provvedimenti, ma è fondamentale che questi vengano approvati per salvaguardare finalmente, con provvedimenti reali e concreti, la nostra città.
Chi tiene al benessere e alla salute dei cittadini, in contrasto con gli interessi dei privati del settore, non avrà dubbi sulla posizione da prendere e saprà bene da che parte stare”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA