POLITICA

APRILIA: Salta l’incontro tra l’assessore Boi e Fratelli d’Italia, pace rimandata in maggioranza

APRILIA – Pace rimandata. Ieri pomeriggio doveva essere il giorno dei chiarimenti tra l’assessore all’urbanistica Roberto Boi ed il gruppo di Fratelli d’Italia dopo la burrasca delle ore precedenti caratterizzate da accuse reciproche e parole forti. Una frattura improvvisa scatenata dall’intervento del delegato della giunta Principi contro i rappresentanti regionali del partito di Giorgia Meloni che, a suo dire, non si starebbero impegnando come promesso per evitare l’arrivo di una discarica ad Aprilia. Critiche che non hanno fatto piacere al gruppo locale di Fratelli d’Italia che, a distanza di ventiquattro ore, hanno replicato chiedendo al primo cittadino la testa dell’assessore all’urbanistica. E proprio Lanfranco Principi, chiamato in causa dai meloniani, nelle scorse ore ha provato a gettare acqua sul fuoco, cercando di smorzare le polemiche e di far rientrare la crisi tutta interna alla sua maggioranza. Una posizione, quella assunta dal primo cittadino, che tenta di riunire le truppe, di fare quadrato in vista dell’approvazione del bilancio in consiglio comunale. “Testa bassa e pedalare”, questo l’unico commento del sindaco di Aprilia. Una posizione che, in sostanza, rende più forte il rappresentante della sua Giunta, che salva la poltrona e che, al momento, esce anche rafforzato dalla tempesta. E Fratelli d’Italia, non accontentata nella sua formale richiesta, oggi appare in una posizione “scomoda” e dovrà trovare una soluzione adeguata per non perdere la faccia. E l’occasione per firmare una “pace” che non scontenti nessuno è prevista per giovedì, quando si terrà la consueta riunione di maggioranza pre-consiglio comunale. Un passaggio, quello dell’assise consiliare di venerdì mattina in cui si discuterà del documento finanziario di previsione preparato dall’amministrazione comunale, atteso anche dall’opposizione civica, intervenuta in queste ore per evidenziare tutte le contraddizioni interne alla maggioranza, sul tema rifiuti e discarica, scoppiate a margine del “caso Boi”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA