POLITICA

La denuncia presentata ai carabinieri insieme a Chiocca e all'avvocato Bonanni

Aprilia – Pericolo amianto in via Enna, La Pegna denuncia il sindaco

APRILIA – Atto di denuncia-querela depositata presso il comando dei carabinieri di Aprilia con richiesta di sequestro conservativo e giudiziario e di goni altra misura cautelare per evitare la dispersione di fibre di amianto e di rischio di incendi e la propagazione di agenti inquinanti.  L’iniziativa è sottoscritta dal consigliere comunale Vincenzo La Pegna, dall’ex consigliere comunale Vincenzo Chiocca e dall’avvocato Ezio Bonanni. I tre, sono membri dell’osservatorio nazionale amianto e denunciano il comportamento del primo cittadino di Aprilia, secondo loro “poco attento alla salute della comunità” in relazione alle condizioni di degrado del sito di via Enna della ex dogana. La denuncia è comporta di un dossier caratterizzato da materiale fotografico delle condizioni dei capannoni di via Ena e della recente storia amministrativa riguardante la situazione ambientale del sito in questione e della città comprensiva degli ultimi incendi che hanno interessato la città di Aprilia. “Appare singolare, si legge nell’esposto alla Procura, che il signor sindaco non abbia preso atto di questa situazione, assumendo tutte le necessarie  determinazioni interdittive delle condotte dannose e pericolose per la salute”. “Lo stato di degrado delle coperture, scrivono ancora i tre,  è un pericolo per l’intera popolazione in quanto vi è una massiccia aereo dispersione di polveri e fibre di amianto che vengono inalate dagli abitanti della zona”. I tre si dicono preoccupati per la salute dei residenti della zona e del quartiere Toscanini. Secondo i tre, ancora, il sindaco sarebbe stato sollecitato ad intervenire più volte, anche all’interno di una recente commissione consiliare proprio dal commissario La Pegna. Non avevndo avuto soddisfazione i tre hanno deciso di recarsi dai carabinieri per un esposto ufficiale alla Procura.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA