POLITICA

L'assessore Martino replica alle critiche dei gruppi apriliani vicini ai 5stelle

Aprilia – Martino: in due anni abbiamo acquistato 800 libri per la biblioteca comunale

L'assessore: Valorizzare la biblioteca comunale è una scelta prioritaria per l’Amministrazione comunale

APRILIA – Valorizzare la biblioteca comunale è una scelta prioritaria per l’Amministrazione comunale, vista l’importanza che questo luogo riveste per la vita cittadina, per la promozione della cultura e l’educazione delle giovani generazioni”. L’Assessore alla Cultura Elvis Martino ci tiene a ribadire l’impegno del Comune di Aprilia per rendere la biblioteca un luogo sempre più centrale e strategico. Lo fa anzitutto elencando le azioni messe in campo in questi anni, senza nascondere criticità e interventi ancora da effettuare.

Solo negli ultimi due anni, da quando cioè sono Assessore – afferma Elvis Martino – il Comune ha acquistato circa 800 volumi, per incrementare il patrimonio librario della Città. Lo ha fatto, peraltro, sulla base dei consigli e dei suggerimenti dei cittadini che abitualmente frequentano la biblioteca. Ovviamente il nostro intento è quello di continuare su questa strada: i libri sono una ricchezza importante per una Città, un bene comune da incrementare e valorizzare”.

Va in questa direzione anche la decisione dell’Amministrazione comunale di aderire all’iniziativa #ioleggoperché, che si propone di sostenere la creazione e lo sviluppo – accanto alla biblioteca comunale – di biblioteche scolastiche degli istituti apriliani.

Sempre nell’ultimo anno, la biblioteca comunale è stata dotata di tre nuovi PC, per favorire la diffusione della cultura digitale e incrementare i servizi – continua l’Assessore Martino – questo obiettivo sarà perseguito in modo ancor più efficace attraverso la nuova linea wifi, che predisporremo in tutti i locali della biblioteca, grazie ai fondi ottenuti dalla partecipazione al bando WiFi4EU. Stiamo aspettando, per quest’opera, che arrivi la fibra di ultima generazione di OpenFiber, che proprio in queste settimane sta lavorando nel centro cittadino”.

Leggo sui giornali di critiche che descrivono la biblioteca come luogo abbandonato all’incuria – aggiunge l’Assessore alla Cultura – io credo si tratti perlopiù di critiche strumentali, che non tengono conto però della realtà. Lo dico non per nascondere le criticità, che sono ben presenti all’Amministrazione comunale. Ma perché questa narrazione tutta negativa rischia anche di vanificare il lavoro che quotidianamente viene svolto all’interno della biblioteca, non solo dal Comune ma anche dalle associazioni e dalle realtà sociali cittadine. Penso, ad esempio, alle iniziative per la promozione della lettura tra i piccolissimi e all’apertura della nuova sezione “Nati per Leggere” all’interno della struttura di largo Marconi. Penso alla nuova area per ipovedenti e dislessici, con libri a caratteri più grandi, secondo il progetto “Leggere facile”. Penso all’iniziativa Bibliopride 2019, che qualche settimana fa ci ha visti presentare tutti i nuovi volumi in dotazione presso la biblioteca. Penso infine alla programmazione di visite guidate da parte delle scuole del territorio. Tutte azioni che già oggi contribuiscono a valorizzare la biblioteca e accompagnano gli impegni che l’Amministrazione comunale assume per il presente e per il futuro”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA