POLITICA

Capogruppo Vincenzo La Pegna e consigliere Matteo Grammatico  Fratelli d'Italia

Aprilia – Fd’I chiede le strisce blu gratis fino al 31 gennaio. La maggioranza dice no

Aprilia – Vergogna, questo è l’appellativo  che si può dare alla votazione della mozione di sospendere il pagamento delle strisce blu in tutta la città fino al 31 gennaio 2021. Non usano giri di parole gli esponenti di Fratelli d’Italia. “La nostra mozione, scrivono il Capogruppo Vincenzo La Pegna ed il consigliere Matteo Grammatico,   respinta da soli 13 consiglieri di maggioranza e votata dalla opposizione all’unanimità, fa comprendere quanto le parole del sindaco influenzino  la sua stessa coalizione. Noi e parlo anche a nome di tutto il centro destra con un ringraziamento ai consiglieri di Azione, quando si è trattato di votare mozioni o emendamenti che vadano in favore della collettività, non abbiamo guardato al colore politico, lo abbiamo dimostrato nella prima fase COVID – 19 e con l’emendamento presentato oggi da un loro consigliere. Per tutta risposta sollecitati dal sottoscritto e un grazie al presidente che l’ha fatta votare, abbiamo avuto, semmai ci fossero stati mai dubbi, la riprova che questo sindaco e gran parte della sua maggioranza, votano e voteranno come in passato sempre “NO” a qualsiasi iniziativa dell’opposizione per partito preso. Il dictat del sindaco “doget”, è la consolidata risposta alle nostre proposte. Altro che fare cose in favore della città. Le proposte valide sono per loro solo la fortuna dei finanziamenti che arrivano da Governo ed in parte dalla regione. Altre iniziative non ne conosciamo. Alzano il vessillo della coesione e compattezza dell’assise,  solo in materie a loro più convenienti, sia politicamente che finanziariamente. Ha addotto alcune considerazioni che a mio avviso non trovano fondamento. Sono veramente pochi spiccioli e valorizzare un centro commerciale all’aperto, parola questa in voga fino a pochi anni fa da qualche loro assessore e che ora hanno dimenticato. Aiutare chi vive già in ristrettezze economiche seppure fossero gli stessi commercianti a rendere fruibile gratuitamente per due mesi il parcheggio, quale negatività avrebbe portato, oppure come ho dichiarato in consiglio, modificare parte della mozione affinchè si potesse ridurre il tempo sulle strisce ad un paio di ore sotto il controllo dei “vigilini” già bistrattati a cui sono e siamo vicini e agevolare i cittadini. Tutto questo è stato respinto e sono felice che solo in 13 consiglieri di maggioranza hanno votato contro, sia per assenze giustificate che per quelle “tecniche”. Sia chiaro che noi saremo sempre presenti quando si tratterà di affrontare tematiche importanti e finalizzate al benessere della nostra collettività,  ma fermi contro lo spreco di denaro pubblico  la non chiarezza dei bilanci (atto questo politico), nonchè votare favorevolmente su tematiche ambientali e sulla sicurezza dei cittadini, diversamente saremmo come loro”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA