LAVORO

La denuncia della Uiltucs provinciale

Uiltucs: Lavoro a chiamata, busta paga a zero, 30 euro al giorno per le lavoratrici del settore pulizie

Lavoro – Contratti di lavoro a chiamata per avere una busta paga a zero in cambio di 30 euro al giorno. La Uiltucs al fianco delle lavoratrici del settore pulizie. 3,75 euro l’ora per ripulire una decina di stanze di una struttura ricettiva. Il sindacato parla ancora una volta di lavoro nero.

“Lavoratrici che hanno detto basta e si sono rivolte al guidice del lavoro, riporta la Segreteria Provinciale Uiltucs-Uil Latina guidata da Gianfranco Cartisano, un metodo adottato ed usato da anni, contratti di lavoro a chiamata per avere una busta paga a zero in cambio di 30 euro al giorno per riordinare decine di stanze, chi eccepiva il sistema non veniva piu’ chiamato, in alternativa c’era l’imposizione ad effettuare piu’ camere, in sintesi subivano anche un regolamento interno punitivo nonche’ persecutorio. Lavoro nero, trenta euro al giorno per molte ore equivalgono e significano 3,50 l’ora! per noi della Uiltucs Latina e’ sfruttamento vero, altro che caporalato.  Da giorni abbiamo denunciato il tutto al Direttore all’Ispettorato Territoriale di Latina, non abbiamo ancora riscontro. Pretendiamo chiarezza, un intervento e risposte celeri dall’Ente di Viale Pier Luigi Nervi, non si puo’ assistere ancora oggi nel comparto del Turismo ricettivo”.
Per la Uiltucs Latina, continua Cartisano, questa e’ una vicenda umiliante, più delle situazioni accertate nel settore dell’agricoltura pontina, il Direttore da noi investito deve dare risposte celeri a queste lavoratrici che da anni subiscono un danno morale, economico e contributivo. Il lavoro specialmente in questo periodo di pandemia nel quale il comparto del Turismo subisce il maggior danno, deve essere salvaguardato e valorizzato, la crisi del settore non puo’ significare sfruttamento per “trenta euro al giorno e buste paga a zero”, per la Uiltucs Latina questa vertenza deve avere una risposta immediata”.

Le opportune verifiche accerteranno  la situazione e permetteranno alla priorità di mettere in campo la propria posizione. Un confronto tra le parti, davanti ad un giudice terzo, potrà chiarire il rapporto e sanare eventuali irregolarità.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA