FUORI CITTÀ

Controlli straordinari dei carabinieri ad Ardea: un fermo e due persone denunciate

ARDEA – I Carabinieri della Compagnia di Anzio hanno eseguito un servizio straordinario di controllo del territorio, finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori e al controllo della circolazione stradale.

Il servizio, che ha visto impiegati numerosi militari del comando, si è sviluppato soprattutto nel comune di Ardea e nelle zone più sensibili di Marina Tor San Lorenzo.

In particolare, i Carabinieri della Tenenza di Ardea hanno eseguito un fermo nei confronti di un soggetto dell’Est Europa, classe 1997, gravemente indiziato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, mentre era alla guida del proprio veicolo, ha tentato di disfarsi di un involucro contenente 0.6 grammi di cocaina, prima di essere fermato dai militari. Successivamente, nell’atto di essere accompagnato in caserma, ha tentato nuovamente di disfarsi di un ulteriore involucro, che aveva nascosto all’interno degli slip. Dopo l’arresto, l’uomo è stato condotto presso la casa circondariale di Velletri, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Contestualmente, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno denunciato due persone, responsabili dei reati di resistenza a pubblico ufficiale e guida in stato d’ebbrezza. Il primo, un giovane 23enne nordafricano, durante un controllo in via delle Pinete Di Marina di Tor San Lorenzo, si è dato alla fuga, senza giustificato motivo. Inseguito e raggiunto poco dopo dagli operatori, è stato accompagnato in caserma e sottoposto a perquisizione, con esito negativo. Il secondo, invece, a seguito di controllo eseguito con l’etilometro, è stato sorpreso alla guida con un tasso alcolico di circa 1.20. Per questo motivo, è stato denunciato ai sensi dell’art. 186 C.d.S. comma 2 lett. B, con contestuale sanzione amministrativa della sospensione della patente di guida, da sei mesi a un anno.

Nel corso dei controlli sono state identificate 90 persone e 59 autoveicoli ed eseguiti accertamenti su diversi soggetti sottoposti alla misura degli arresti o della detenzione domiciliare, soprattutto in zona Via dei Fenicotteri, ove insiste un’area molto sensibile per l’ordine e la sicurezza pubblica.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA