EVENTI

Fondazione Italiana Sommelier e Villa Latina: un connubio vincente e avvincente

Latina – Più di una piacevole serata, più di una interessante lezione, più di una buona bevuta, più di una degustazione di ottimo cibo in abbinamento, più di una divertente compagnia con tanti amici, più di un gradito ascolto di musica suonata dal vivo: ieri “il più” di tante vibranti emozioni.
La FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER ha proposto a VILLA LATINA una Degustazione dei Sauvignon d’Italia, alcune espressioni di questo vitigno così peculiare che dona vini fantastici: la “patron di casa”, nonché Master Sommelier, Barbara Palombo, ha organizzato una serata davvero bella e coinvolgente, nel grande prato di questa meravigliosa location; tanti ombrelloni illuminati, tavoli bianchi con posti a sedere per ogni partecipante, 6 calici dinanzi a ciascuno pronti al servizio dei bravi Sommelier della Fondazione Italiana Sommelier Villa Latina, qualche brano di musica Country suonata dal vivo e tanto entusiasmo.
Una degustatrice di eccellenza, Daniela Scrobogna, che ha spiegato, raccontato e abbinato questi nettari riuscendo a trasmettere a tutti i partecipanti, in modo appassionante, informazioni preziose sulla ricchezza enologica del nostro Paese.
Sei Sauvignon d’Italia di grande qualità e bontà; sei Sauvignon provenienti da sei terroir differenti; sei Sauvignon risultato del lavoro di sei Aziende situate in varie parti d’Italia: in Alto Adige con l’Abbazia di Novacella; in Friuli Venezia Giulia con Pighin, con Ferlat e con Villa Russiz; nelle Marche con Stefano Antonucci e nel Lazio con l’Azienda Artico.
Difficile preferirne uno sugli altri, varie sfumature e differenti origini territoriali, ma tutti vini buonissimi.
Numerosi i presenti e tangibile il calore, l’eccitazione e la soddisfazione.
“Sicuramente questa vivace partecipazione dipende da vari fattori” ci ha detto Barbara Palombo, “intanto la serietà e la competenza della Fondazione Italiana Sommelier, che è sinonimo di garanzia per chi si avvicina a questo mondo, con Docenti di massimi livelli, con Carte dei vini dei Corsi sbalorditive, con programmi didatticamente infallibili e con servizio di sala impeccabile. Poi la proposta continua, e le numerose attività, come queste Degustazioni ma anche i Corsi da Sommelier del Vino e dell’Olio, i diversi Corsi monografici, sullo Champagne, sul Barolo, sulla Loira e tanti altri ancora; e poi la location, unica in bellezza e con un immenso patrimonio in piante e fiori, tanto importante per comprendere gli odori e i colori dei vini direttamente dal vivo; infine la passione, l’impegno e il lavoro che io e la mia squadra svolgiamo ogni giorno per informare le persone, per organizzare i Corsi e per far si che Villa Latina diventi Il centro di diffusione della cultura del Vino e dell’Olio del nostro territorio”. Auguri allora a Barbara e a tutta la Fondazione Italiana Sommelier per il raggiungimento di questo ambizioso progetto che siamo certi si realizzerà nel migliore dei modi.

Il calendario dei prossimi incontri è fitto e allettante, per info e prenotazioni 3440634708.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA