EVENTI

DALL’11 al 13 AGOSTO 3 GIORNI DI FESTA A FOSSANOVA: IL BORGO TORNA ALL’ETA’ MEDIEVALE

FOSSANOVA – Fossanova anno domini 1222. Una grande festa medievale dall’11 al 13 agosto.  A Fossanova è stata indetta una grande festa, ed il borgo è stato suddiviso in quattro quartieri.  Troviamo il quartiere dei monaci Cistercensi, portatori di sapere e saggezza. Fanno scuola delle loro miracolose erboristerie e dei loro rigogliosi orti. Accanto Mori e Saraceni dalla Spagna e da oriente, hanno trovato accoglienza nel borgo, il quartiere è facilmente riconoscibile, l’odore del  narghilè unito alle danze inebria l’atmosfera e la magia del fuoco incanta la folla e scalda la notte.
Segue il quartiere dei Comuni e delle Repubbliche Marinare, con i loro mercanti e gli abili mercenari. Figura e si distingue la corte nobiliare, con a seguito giullari, teatranti, sbandieratori e trampolieri.  Infine, accampati, troviamo il quartiere dei templari provenienti dalla Terra Santa e dai possedimenti d’imperatore, vigili e fieri accanto alle loro macchine d’assedio, reclutano giovani coraggiosi per unirsi a loro.  Un’arena è stata allestita per l’occasione, artisti di ogni etnia si preparano per dar vita ad una lunga tre giorni di spettacoli.
È stato indetto per l’occasione un torneo d’arme: la formula è che ogni quartiere, dopo un’accurata selezione, proponga il suo campione duellante, intanto gli stessi sfidanti si aggirano nel borgo e si lanciano sguardi di sfida.
Il vino scorre a fiumi nella taberna fra risate e scommesse, non manca, tra chi ha alzato il gomito, qualche attaccabrighe. Nel mentre un boia di ritorno da un lungo viaggio, dopo aver sistemato accuratamente i suoi macabri strumenti, narra oscuri racconti ai più curiosi.
Partono cortei in segno di unione e di pace, le fiaccole brillano, l’atmosfera è suggestiva, non vi sono più frontiere né distanze, parte del mondo si fonde nella speranza di una pace tra popoli tanto distanti ma allo stesso tempo tanto vicini, che insieme festosi, condividono le calde notti estive in quel borgo benedetto da ogni loro Dio.
@ RIPRODUZIONE RISERVATA