EVENTI

Domenica 18 novembre al Museo Giannini il primo degli eventi

“Arte come linguaggio universale” al Mug di Latina

L’installazione fino al 26 dicembre 2018 dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 20.00; sabato e domenica dalle 10.00 alle 13.00

LATINA – Cresce l’attesa per la V edizione della Biennale d’Arte Contemporanea Città di Latina – Premio Sergio Ban, organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale “Solidarte” nell’ambito del cartellone di eventi promossi da Comune di Latina in occasione della celebrazione degli 86 anni dalla Fondazione della città. La prestigiosa manifestazione artistica, nata da un’idea di Giuliana Boconcello, si svolgerà da sabato 1 a lunedì 26 dicembre presso l’Ex Garage Ruspi, Largo Papa Giovanni XXIII, Latina. A circa due settimane dall’inaugurazione domenica 18 novembre alle ore 17,30, all’interno dello splendido Spazio Eventi MUG del Museo Giannini di via Oberdan a Latina, si terrà il primo dei collegamenti urbani/extraurbani legati alla Biennale: la mostra “Arte come linguaggio universale”. Si tratta di un progetto dell’ Associazione Arte Altra di Roma, sotto la direzione artistica di Simona Sarti, in collaborazione con Solidarte e il MUG – Museo Giannini. Un’esperienza di scambio tra musica e pittura per creare un linguaggio universale che non abbia bisogno di parole, che potremmo coniare con una nuova parola: “esperarte”. Numerosi artisti provenienti da varie parti del mondo hanno dipinto su dischi di vinile (circa 100) irrimediabilmente senza più suono le emozioni che la musica crea, per restituire loro una voce fatta di colori e di luci. Quindi un “germinare” a nuova vita (“Germinazioni” è il tema della V edizione della Biennale). Un’eco armonica che si trasmette e si sviluppa in un percorso dove il disco fa da filtro ma l’emozione è un sentimento comune. Un omaggio ad un oggetto che fin dagli albori del 78 giri in gommalacca ha tenuto compagnia nella gioia e nel dolore, nel divertimento e nella meditazione a milioni, forse anche miliardi di persone e che con il linguaggio comune della musica ha dato un notevole contributo all’integrazione e alla comprensione tra i popoli. Un’ installazione che produrrà sullo spettatore una emozione unica. I vinili sono stati dipinti su ambo i lati e verranno sospesi al soffitto per permettere di essere guardati dal basso. Performance di Daniele Bragaglia, presentazione a cura della Storica dell’Arte Floriana Mauro. Artisti: Daniel Airi, Antonio Agresti, Isabella Angelini, Antonella Belgiovine, Alessandra Bilotta, Luisa Brunetti,  Elena Bogdan, Norberto Cenci, Marco Delli Veneri, Sara De Nardis, Mokodu Fall,  Carlo Farinia, Yulia Filatova, Giulia Galatone, Giovanna Gandini, Marzia Gandini, Claudio Giuli, Florian Heymann, Sriya Iakmini, Susanna Lucchi. Metello Iacobini, Paolo Andrea Pandolfi, Umberto Passacantilli, Michel Patrin, Camilla Petrone, Federica Picotti, Elisabetta Piu, Gabriella Sabbadini, Simona Sarti, TsuyoBn

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Da non perdere