DIAMO VOCE

Verrà posizionata in vari punti della zona dalla polizia locale per stanare gli incivili

Lotta a chi abbandona rifiuti in strada: il comitato di Fossignano dona una “fototrappola” al comune di Aprilia

APRILIA – Oggi 6 settembre 2019, finalmente dopo alcuni mesi di incontri interlocutori con l’amministrazione cittadina, presso i locali dell’Assessorato per l’Ambiente, il Comitato di Quartiere di Fossignano ha donato al Comune di Aprilia, rappresentato dall’Assessora per l’Ambiente Michela Biolcati, alla presenza del Comandante della Polizia Locale Massimo Giannantonio, una “fototrappola” in grado di realizzare foto in alta definizione ed idonea a catturare immagini di soggetti in movimento anche di notte.

“L’atto di donazione certamente anomalo – spiega il presidente del comitato di quartiere Ermanno Patrizio – in quanto ricade sotto la responsabilità dell’amministrazione comunale dotare il Corpo di Polizia Municipale delle attrezzature necessarie a ben operare – è stato preceduto, nelle scorse settimane, dalla sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa tra il Comune di Aprilia e il Comitato di Quartiere di Fossignano. Documento di importanza fondamentale per il perseguimento degli scopi statuari del CdQ, con il quale l’Assessorato per l’Ambiente tramite il Comando di Polizia Locale ha garantito l’impiego continuativo della fototrappola esclusivamente a favore del territorio del Quartiere. La fototrappola sarà utilizzata in aderenza alla normativa vigente in materia di privacy e verrà posizionata dalla Polizia Locale sul territorio seguendo anche le indicazioni del CdQ. Il fine dell’iniziativa congiunta è quello di individuare e sanzionare gli incivili, che con la loro scellerata condotta continuano ad abbandonare indisturbati, e direi con l’arroganza tipica dei “fuorilegge” di hollywoodiana memoria, rifiuti e sostanze pericolose, deturpando e minacciando così il nostro bel territorio.

Come nel caso più grave, che non può essere più trascurato per la sua carica intrinseca fortemente inquinante e pericolosa per la pubblica salute, della discarica a cielo aperto di via dei Cigni che nonostante sia stata più volte denunciata dal CdQ all’Assessorato per l’Ambiente, al momento, non risulta che sia stato assunto alcun provvedimento in merito. Certamente, qualora l’utilizzo della fototrappola portasse a dei risultati positivi con l’individuazione e il sanzionamento di alcuni “inquinatori”, magari quelli di via dei Cigni, il CdQ sarebbe ben felice di donare ulteriori dispositivi e così contribuire in maniera più incisiva al miglioramento della qualità della vita nel quartiere. Nel ringraziare l’Assessora all’Ambiente per la collaborazione offerta e per gli impegni assunti, si esprime tutta la soddisfazione del CdQ per l’intesa raggiunta che vede il Comitato in prima linea contro l’insana abitudine di gettare rifiuti di ogni genere nel Quartiere, specificando che si tratta solo di un primo passo verso il recupero del decoro urbano e che sono in fase di esame di fattibilità altre interessanti iniziative che vedranno il coinvolgimento diretto ed attivo della popolazione di Fossignano.

Però, non si può sottacere che in questa “lotta” impari il Comitato da solo non può essere risolutivo ma è assolutamente necessario che si innalzi la presenza delle Forze dell’Ordine, che l’azione di ripristino della salubrità pubblica sia potenziata dalla Progetto Ambiente, che la Polizia Locale effettui sistematici e fiscali controlli ambientali atti ad accertare anche il corretto smaltimento delle acque reflue e l’avvenuto pagamento della TARI. Insomma questo cancro si deve debellare e ciò potrà accadere solo se tutti i soggetti pubblici aventi titolo facciano sistema e costituiscano un fronte comune di concerto e con il concorso delle organizzazioni di volontariato civile, come quella del CdQ. Questo è il nostro auspicio e l’auspicio di tutta la comunità di Fossignano”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA