DIAMO VOCE

Nota stampa di Giancarlo Mulas  Presidente del Coordinamento dei Consorzi di Aprila.

Consorzi: la maggioranza Principi vuole il bene delle periferie o tira a campare?

Mulas: chiediamo un nuovo incontro in amministrazione

Aprilia –  Il Risanamento delle periferie è un tema sempre di attualità. Zone extra urbane che attendono l’arrivo dei cosiddetti servizi primari che però si materializzano nelle borgate con il contagocce. Una questione che si trascina da decenni. L’approvazione della variante speciale dei nuclei abusivi  aveva fatto ben sperare facendo intravedere alcuni spiragli di luce. Spiragli che fanno fatica ad emergere perchè  il piano di risanamento richiede una montagna di soldi piuttosto alta da scalare. Soldi che nelle casse comunali non ci sono e che dalla Regione fanno fatica ad arrivare (basti vedere i risultati della legge6).

Oggi torna sul tema il coordinamento dei consorzi di autorecupero chiamando in causa la maggioranza di centrodestra al governo della città. Il tema delle periferie si è improvvisamente acceso durante l’ultima campagna elettorale, oggi, finito il tempo delle promesse e dei programmi elettorali, i rappresentanti delle borgate chiedono aggiornamenti ed impegni.  “Il giorno 21 .05 .2024, racconta Giancarlo Mulas  Presidente del Coordinamento dei Consorzi di Aprila, si è tenuta presso l’aula consiliare una riunione tra Coordinamento dei Consorzi di Aprilia ed il Sindaco ,con la partecipazione degli assessori Urbanistica e LL.PP, ed il nuovo dirigente all’urbanistica .Questa riunione chiesta e voluta dal Coordinamento dei Consorzi per fare il punto della situazione tra coordinamento e amministrazione in quanto nulla si è ci visto dall’insediamento di questa Giunta e riguardante per esempio l’ufficio URPA ; situazione consorzio Campoleone ,etc .etc. Anche se la risposta del Sindaco è stata che loro stavano lavorando e quindi non è vero quello che asserisce il Coordinamento . A questo punto ci siamo chiesti se veramente questa amministrazione vuol fare il bene delle periferie ( cosa auspicata in campagna elettorale ) o se come le precedenti tira a campare. La dimostrazione è che  a la Gogna ancora non è finita la battaglia per le fogne ed i cittadini continuano a pagare gli spurghi tramite ditta . Ora chiediamo a questa amministrazione di coinvolgere di più il coordinamento per confrontarci sui problemi che da anni ci vede protagonisti ,cioè le fogne ,noi non voliamo la guerra, ma se provocati riusciremo a farci sentire . E’ in progetto un incontro con il nuovo dirigente all’urbanistica per chiarire alcuni punti ,in attesa che questo avvenga auguriamo buon lavoro a tutti”. (In foto una panoramica della periferia apriliana)

@ RIPRODUZIONE RISERVATA