DIAMO VOCE

Ieri l'incontro tra l'amministrazione comunale ed il comitato di quartiere

APRILIA: Strade dissestate, fogne e miasmi a Fossignano, “dal sindaco Terra risposte insoddisfacenti”

APRILIA – Martedì 26 novembre, presso la sala multifunzionale della Parrocchia S. Maria della Speranza, il Comitato di Quartiere di Fossignano ha tenuto un’Assemblea Pubblica, trasmessa anche in diretta streaming sul gruppo Facebook “CdQ Fossignano”, alla quale hanno partecipato: il Sindaco Antonio Terra, gli assessori: ai Lavori pubblici Luana Caporaso, all’Ambiente ed Ecologia Sig.ra Michela BIOLCATI, all’Urbanistica Salvatore Codispoti ed al Commercio Franco Carracciolo oltre alla consigliera Fiorella Diamanti.

L’assemblea aveva lo scopo di informare la comunità del Quartiere di Fossignano in merito alle azioni che l’amministrazione cittadina ha intenzione di intraprendere per dare risposta ai tanti problemi che attanagliano il quartiere.

Il Presidente del Comitato di Quartiere di Fossignano, Generale Dott. Ermanno Patrizio, ha moderato l’assemblea, stigmatizzando già nelle parole introduttive quale sarebbe stato il carattere dell’incontro sottolineando che: “non siete venuti qui tra noi sicuri e speranzosi di raccogliere allori e fiori per quello che avete fatto per Fossignano, per raccogliere, prima si deve seminare, così ci insegna un antico detto della tradizione contadina: “chi non semina non raccoglie”” e poi “l’incontro odierno potrebbe essere a tratti acceso e colorito, ciò in considerazione delle tante, direi troppe, drammatiche carenze e disservizi che affliggono da sempre la nostra dimenticata comunità”

Molte sono state le carenze ed i problemi posti sul tavolo: disastrosa situazione dello stato in cui versa l’intera rete stradale; rete fognaria e rete del gas in gran parte inesistenti; illuminazione pubblica assolutamente carente; assenza della rete idrica; servizio bus Fossignano-Aprilia del tutto insoddisfacente per qualità di servizio e per numero di corse insufficienti; carenza nella pulizia delle strade, le immondizie abbandonate nelle cunette ed in prossimità del bordo carreggiata vengono rimosse solo occasionalmente;  assenza di un asilo e di una scuola elementare, naturali luoghi di aggregazione per una comunità che vuole crescere socialmente, civilmente e culturalmente; miasmi metifitici provenienti dal pollificio che costringono i vicini abitanti a chiudersi in casa con le finestre chiuse per attenuare il forte ed a volte incontenibile disgusto; assenza di un posto di pulizia o di un presidio dei Vigili Urbani. Problematiche che sono state ben descritte in una ironica letterina a Babbo Natale scritta da un residente e declamata all’assemblea dal segretario del Comitato Fabrizio Menghi (in copia).

In merito a tutte le carenze prospettate il sindaco ed i suoi collaboratori hanno fornito delle risposte che non hanno soddisfatto i numerosi cittadini intervenuti che a tratti hanno manifestato il loro dissenso alzando la voce comunque senza trascendere mai in parole offensive, minacce ed apiteti ingiuriosi.

Il Presidente del Comitato di Quartiere di Fossignano a conclusione dei lavori ha espresso il suo soddisfacimento per gli esiti dell’incontro, precisando che il suo giudizio positivo non è certamente da attribuire alle risposte fornite, che in una sola parola sono state liquidate come inconcludenti, ma all’apertura di un dialogo e di un confronto tra i cittadini e i loro amministratori che potrà tradursi solo in una migliore comprensione reciproca e si spera che sia prodromo ad un cambio di passo che punti veramente al risanamento della periferia.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA