DIAMO VOCE

Ammessa nel circuito "Europassione per l'Italia"

APRILIA: Prestigioso riconoscimento per la Passione Vivente

APRILIA – La passione vivente di Aprilia amessa nel circuito nazionale di “Europassione per l’Italia”.

La prestigiosa iscrizione è giunta a seguito dell’incontro, tenutosi il 1° giugno ad Aprilia, nei locali dell’Associazione “Verso la Saggezza” (sita in via Parigi 6), tra le delegazioni delle associazioni “Europassione per l’Italia” e “La Passione Vivente Aprilia”. Grazie a questa promozione, l’associazione apriliana, specialmente per la facilità di interscambio culturale con tutti gli altri sodalizi, dislocati anche negli angoli più remoti dell’Italia, potrà ancor di più aumentare il, già alto, livello organizzativo. E, cosa da non trascurare, mettere il proprio background, acquisito in sei indimenticabili “Passioni viventi di Cristo”, a disposizione delle italiche consorelle. Senza ombra di dubbio, possiamo affermare come tale gratificazione collochi l’Associazione Culturale “La Passione Vivente Aprilia”, nel tessuto socioculturale di Aprilia, in posizione di assoluta rilevanza.

Costituitasi nel 2004, “Europassione per l’Italia”, è componente dell’associazione internazionale “Europassion”, cui aderiscono sodalizi di ben 15 paesi europei. Essa nacque per annunciare il messaggio di Cristo attraverso la sacra rappresentazione della passione, per creare e sviluppare rapporti culturali e filantropici fra le tante realtà della penisola, promuovere ogni forma di teatro religioso, favorire la ricerca storica sulle sacre rappresentazioni raccogliendo e catalogando il relativo materiale, con lo scopo di creare un centro di documentazione e un museo storico delle passioni italiane. Opera in ambito storico, religioso, culturale, folcloristico, turistico, della promozione dei territori e delle tradizioni antiche, del turismo religioso, della solidarietà e del volontariato.

L’importante organizzazione nazionale ha partecipato al meeting apriliano con il consigliere nazionale Loris Ascani di Loreto (Ancona), coadiuvato da Gino Principi, presidente dell’Associazione di Loreto, organizzatrice della passione nella famosa città marchigiana. Mentre la nostra associazione era rappresentata dal presidente Francesco Vuturo e dalla eclettica coordinatrice Mina Modugno. Inoltre, va segnalata positivamente l’adesione del Comune di Aprilia, rappresentato da Elvis Martino, Assessore alla cultura che, continuando l’eccellente lavoro svolto dal suo predecessore Francesca Barbaliscia, ha dato un’impronta più istituzionale allo svolgimento dei lavori. Presente anche un ampio parterre, dove ha trovato posto una sostanziosa rappresentanza di oltre 20 figuranti in costume, calatisi poi in alcune delle scene più importanti della passione.

Per una migliore valutazione degli alti livelli raggiunti nella messa in onda della passione in ben sei edizioni, sono stati visionati, oltre all’indiscutibile bellezza dei costumi, molti documenti visivi come filmati e centinaia di fotografie.

La parte finale del consesso ha avuto come soggetto l’interpretazione di cinque scene della passione. In questa fase sono stati impegnati i figuranti che hanno dato vita a: 1) Pietro che chiede perdono alla Madonna per aver tradito Gesù; 2) la rinnegazione di Pietro; 3) il monologo di Giuda mentre viene tentato dal diavolo; 4) Gesù al cospetto di Erode ed Erodiade; 5) processo davanti a Ponzio Pilato. Inutile ricordare come questi momenti di alta spiritualità siano perennemente in grado di produrre sempre nuove emozioni.

A buon ragione, possiamo affermare come la notevole recitazione nei suddetti scenari, sia stata determinate per guadagnarsi l’ambito riconoscimento di porre il proprio nome tra le associazioni riconosciute da “Europassione per l’Italia”.

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Da non perdere