DIAMO VOCE

La delusione del consorzio di zona che invoca contatti con gli assessori della giunta Terra

Aprilia – Depuratore La Gogna, una storia infinita

APRILIA – Il depuratore del quartiere La Gogna sta diventando una storia infinita. Annunci, appuntamenti e promesse. Ad oggi ancora l’opera non è entrata in esercizio con la delusione del consorzio di zona.  “Il giorno 15 luglio, u.s., spiega Silvano De Paoli coordinatore del consorzio,  ritenevamo di essere finalmente giunti al termine della lunga vicenda del depuratore del Fosso della Moletta e della conclusione degli interventi per la rete fognaria. Nella  mattinata si svolgeva alla presenza dell’Assessora ai LL.PP. il definitivo controllo sul funzionamento del depuratore, che nei giorni successivi veniva  ufficialmente passato  alla gestione della Società Acqualatina. Nel pomeriggio presso l’assessorato, incontravamo  l’assessora  che ci  assicurava il prossimo avvio   degli ulteriori interventi da effettuare per l’entrata in esercizio di tutto il sistema fognario: l’autorizzazione allo scarico dei reflui trattati dal depuratore nel Fosso della Moletta, il collaudo di tutti i  tratti di rete realizzati,  l’allaccio dell’energia elettrica agli impianti di sollevamento, la sistemazione delle strade, ecc. Dell’autorizzazione  allo scarico dei reflui trattati dal depuratore si sarebbe occupata  la Provincia, in quanto operazione  di sua competenza e per l’allaccio dell’energia elettrica agli impianti di sollevamento  la pratica con l’enel l’avrebbe  trattata la società Acqualatina.  Considerato il periodo particolare nel quale ci trovavamo – alla vigilia della pausa feriale –  abbiamo atteso che si arrivasse ben oltre il ferragosto e il giorno 26, non registrando  fatti che  lasciassero prevedere l’attuazione degli impegni assunti,  abbiamo inviato  via e-mail un accorato appello al Presidente della Provincia e alla Societàacqua Latina perché  provvedessero nel modo più rapido possibile, a compiere le operazioni che  consentiranno  ai cittadini l’utilizzazione della rete fognaria”.

Risultato? “Fino ad oggi, continua De Paoli, non abbiamo  avuto nessun riscontro alla nostra richiesta. Torniamo quindi a promuovere  iniziative che consentiranno ai cittadini la realizzazione di una condizione minima di vivibilità quale  è la realizzazione di un sistema fognante che  riduca il degrado  ambientale per una comunità di qualche migliaio di persone. Per  questo obiettivo dovrebbe continuare a lavorare l’amministrazione comunale, che pur non essendo per le questioni citate responsabile della loro gestione, ha la responsabilità di tutelare gli interessi dei propri cittadini, in questo caso  sollecitando chi  di dovere perché venga data  risposta alle nostre richieste, visto che  fino a oggi ci è stata negata. Per questo  abbiamo inviato una richiesta di incontro all’Assessora ai Lavori Pubblici, per sapere se  sta seguendo  le pratiche di competenza della Provincia e di Acqualatina  per ottenerne la rapida esecuzione,  informandoci  di eventuali passi fatti in quella direzione e dei suoi risultati, nonché per conoscere se e quando gli interventi  di sua diretta competenza discussi nella riunione del  15 Luglio, troveranno attuazione. Anche in questo caso, silenzio assoluto, nessuna risposta. Sembra un caso, ma al momento del suo insediamento nella Giunta come Assessore all’Urbanistica al neo assessore, Omar Ruberti,  oltre che  augurargli  buon lavoro, abbiamo chiesto un incontro per conoscere lo stato delle iniziative per  l’approvazione della VAS e per  procedere nei piani di attuazione nella nostra borgata, dove  esistono condizioni ottimali in termini di spazi per la realizzazione di strutture e servizi per i cittadini. Non ricevendo risposta abbiamo inviato nei giorni scorsi una nuova richiesta di incontro e speriamo che una qualche risposta prima o poi ci arrivi. Altrimenti… cominceremo a pensare che non si tratta di un caso. Come già comunicato, di quanto sopra  forniremo  ampia informazione ai cittadini nel corso di una assemblea, che prevedevamo di effettuare il giorno 20 Settembre ma essendo giornata di elezioni  fisseremo invece per il Domenica 27 e insieme valuteremo la situazione a quel momento e  assumeremo con loro le opportune decisioni”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA