DIAMO VOCE

Anpi Latina, Cgil e Studenti: “Stop alle aggressioni e alle violenze contro chi manifesta dissenso

LATINA – “La violenza della polizia contro la pacifica manifestazione di Pisa, per chiedere il cessate il fuoco in Palestina, e episodi simili avvenuti nelle scorse settimane in altre città italiane, sono fatti gravissimi.

I giovani costituiscono la forza del nostro paese e sono il nostro futuro; essi meritano di essere ascoltati e protetti.

Condividiamo la reazione data dalla  piazza a Roma, domenica 25, e continuiamo a porre l’attenzione sulla repressione del dissenso che si fa sempre più violenta e sempre più frequente nel nostro paese.

Le aggressioni subite e l’uso dei manganelli, vanno in contrasto con i principi democratici e di libertà, viceversa alimentano odio e violenza.

In uno stato democratico la libertà di espressione, la manifestazione delle proprie idee non può essere repressa in nessun modo, men che mai con cariche delle forze dell’ordine e uso del manganello.

Altresì i fatti accaduti non possono passare come episodi isolati di cattiva gestione dell’ordine pubblico.

Siamo invece convinti essere segnali di un uso politico delle forze dell’ordine, le stesse che dovrebbero proteggere e tutelare tutti i cittadini.

Condanniamo fermamente tutte le forme di violenza e respingiamo qualsiasi azione contraria alla Costituzione e alle libertà di espressione.

Chiediamo chiarimenti immediati da parte del governo e soprattutto chiediamo che cessi immediatamente questo clima di repressione e violenza nel nostro Paese”.

ANPI PROVINCIALE LATINA

CGIL FROSINONE-LATINA

RETE DEGLI STUDENTI MEDI LATINA

 

 

 

 

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA