CULTURA

“PASOLINI, BUIO E LUCE”, l’evento dedicato all’intellettuale per il suo centenario

CORI – Sabato scorso, 1 ottobre, in occasione del centenario della nascita di Pier Paolo Pasolini si è svolto a Cori l’evento “Pasolini, buio e luce”, organizzato da Mauro Carrera, Paolo Fantini e dal prof. Angelo Bianchi dell’Istituto Comprensivo “Pascoli” di Aprilia in collaborazione con il Comune di Cori, la Pro Loco di Cori e la Scuola di Arti e Mestieri “F. Bertazzoni di Suzzara (MN). Gli alunni dell’istituto apriliano sono stati coinvolti in questo evento rievocativo perché hanno partecipato, nell’anno scolastico precedente, sotto la guida del prof. Angelo Bianchi e di altri docenti, alla realizzazione del cortometraggio “Sentieri Pasolini”, previsto nell’ambito delle attività progettuali della scuola. Attraverso l’uscita realizzata nello scorso maggio in due tenute private nei pressi di Cori, essi hanno così contribuito alla realizzazione del filmato; in particolare, una delle alunne è stata protagonista di alcune sequenze negli splendidi paesaggi naturali, mentre una voce narrante la accompagnava idealmente e sottolineava alcuni passaggi sotto gli alberi o nei prati. In un’altra sequenza, invece, gli alunni hanno partecipato tutti ad una
scena di danza con un sottofondo musicale. Molto suggestive le immagini dei giovani a contatto con la natura, in particolare la scena ai piedi di una quercia, intorno alla quale si sono disposti tutti come in un abbraccio collettivo.

Si è cominciato alle 17 all’interno del teatro “Luigi Pistilli”: dopo la fase introduttiva costituita dai saluti del sindaco di Cori, Mauro De Lillis, e del delegato alla Cultura, Michele Todini, hanno aperto l’incontro alcuni brani, tratti da scritti di Pasolini, che sono stati letti da Mariano Macale (componente del Collettivo Cardiopoetica), accompagnato alla chitarra da Fabio Perciballi. Il sottofondo musicale, delicato e suggestivo, ha permesso al folto pubblico presente di immergersi meglio nell’atmosfera e nelle sensazioni che emanavano dalle parole di Pasolini: molti sono stati infatti gli applausi al termine di questo momento di ascolto. Pochi minuti dopo è iniziato un dibattito tra Guido Andrea Pautasso, studioso delle avanguardie artistiche del ‘900 e l’avvocato e bibliofilo Alessandro Zontini, moderato da Mauro Carrera: anche questo è stato un momento molto gradito dai presenti, perché oltre a parlare (ovviamente) di Pasolini i tre hanno
impreziosito il confronto con gustosi aneddoti a proposito delle passate frequentazioni illustri di casa Pautasso (poeti come Mario Luzi e l’attore Paolo Villaggio, per esempio), delle origini del personaggio di Fantozzi, del primo incontro di Guido Andrea Pautasso (ancora bambino) con Pasolini, della vita nella città di Cremona. Nella terza fase della serata sono stati proiettati quattro cortometraggi ispirati alla figura di Pasolini: “Caro Pier Paolo” del Gruppo Sinestesico, “Amacangià” di Eleonora Deligio, “La ballata degli orfani” del CollettivoCardiopoeticoe “Sentieri Pasolini” di Angelo Bianchi. Quanto a quest’ultimo, è stata una bellissima occasione, per gli alunni, di partecipare concretamente e rivivere le emozioni provate durante la realizzazione del video. Al termine delle proiezioni c’è stato un breve commento ad opera di Mauro Carrera. La serata è stata conclusa nel Palazzetto Luciani, a pochi passi dal teatro, in cui è stata allestita una mostra di foto (in parte inedite) e di locandine di alcuni film diretti da Pasolini: momenti di vita sul set, eventi cui stava partecipando e alcune in cui è stato ritratto all’interno di casa sua.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA