CULTURA

Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del Il Presidente di Loro di Napoli Menita Carozza

Dietro le quinte di un grande successo

APRILIA – “Abbiamo riso talmente tanto da non renderci conto che sono passate tre ore!” Queste sono le parole che molte tra le 970 persone presenti al Teatro Europa ci hanno comunicato direttamente o per iscritto al termine della rappresentazione di Ce penza mammà il 27 gennaio scorso. Allora vorrei raccontare l’impegno e la fatica di arrivare a un tale risultato. Avevamo già riempito con questa commedia la sala teatro del Toscanini, sede delle nostre prove, in due serate a novembre e ci era dispiaciuto non poter accogliere tutti coloro che ci avevano contattato anche dalle cittadine limitrofe. Così ci siamo attivati per individuare una data al teatro Europa, contattare la SIAE, una copisteria per locandine e volantini, cercare sponsor, mobili e accessori adeguati alle grandi dimensioni del palcoscenico, operatori per riprese video e fotografiche, creare un evento e pubblicizzarlo attraverso i social, i media e invitando le numerose associazioni di Aprilia. La scommessa per la compagnia era riuscire a rientrare con le spese di tutta la macchina organizzativa, mantenendo il costo del biglietto invariato, soli €5,00, per il cruccio di rendere a tutti accessibile il teatro e infine riuscire ancora una volta a fare una donazione a Raggio di Sole. Ce l’abbiamo fatta e dobbiamo ringraziare i numerosi sponsor che hanno dato un contributo commisurato alle proprie possibilità, dal fascio di rose ai mille euro dell’associazione motociclisti versati direttamente a AGPHA Onlus. Ma le tre ore di risate sono tutto merito nostro, anzi LORO (di Napoli), dalla cura dei particolari sulla scena, nel trucco e nel costume, fino alla regia dedita alla ricerca certosina della perfezione dei movimenti, della postura e della tonalità delle battute di ogni personaggio, da quello più presente in scena a quello che appare solo in una singola scena. Gli attori hanno sostenuto estenuanti prove, al di là del talento e della bravura dei singoli, per rendere omaggio a un grande autore della commedia napoletana, Gaetano Di Maio, che nei suoi copioni ricchi di equivoci e situazioni esilaranti, conserva una nota di amarezza, spesso espressa da un personaggio che tutti considerano “scemo”. Infine non potevamo dimenticare l’importanza della data dello spettacolo, giorno della Memoria, e così la piccola attrice delle Pepite di Loro di Napoli ha interpretato, in un monologo, la senatrice Liliana Segre.
La ricompensa più grande è stata la soddisfazione del pubblico che ringraziamo di vero cuore.
Ad maiora!
Il Presidente di Loro di Napoli
Menita Carozza

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Da non perdere