CRONACA

Ieri la sentenza della prima Corte d'Appello di Roma

Uccise Armando Martufi, 37enne indiano condannato a 14 anni di carcere

CORI – Uccise Armando Martufi, condannato a 14 anni di carcere. Ieri la prima Corte d’Assise d’Appello di Roma ha condannato a 14 anni di carcere il 37enne indiano ritenuto responsabile della morte dell’imprenditore di Cori Armando Martufi, 55enne titolare di un maneggio.

Secondo quanto ricostruito dall’accusa, al culmine di una violenta lite con l’imprenditore il 37enne indiano – il 31 Dicembre del 2017 – l’avrebbe colpito alla testa con una forca, lasciandolo a terra privo di sensi; poi lo avrebbe anche rapinato di una catenina d’oro. Armando Martufi venne trovato nel centro ippico privo di conoscenza. Trasportato in gravissime condizioni all’ospedale “Goretti” di Latina e ricoverato in rianimazione, spirò senza mai uscire dal coma

Il 37enne indiano venne rintracciato dai Carabinieri nelle campagne di Aprilia. Nel processo di primo grado era stato condannato dal Tribunale di Latina a 16 anni di reclusione.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA