CRONACA

Ancora lamentele dei pendolari circa lo stato della stazione di Campoleone

Parcheggi della stazione al buio, poca sicurezza e auto vandalizzate

APRILIA – Luci spente e zero sicurezza. I pendolari della tratta Roma-Nettuno e Roma-Napoli tornano a denunciare la situazione nella quale versano le aree destinate alla sosta delle auto dello scalo ferroviario di Campoleone. Una situazione di poca sicurezza e che va avanti da troppi anni. In passato si attendeva il rifacimento del parcheggio per migliorare l’intera area. Si affidava al miglioramento dell’arredo urbano e del servizio sosta per alzare i livelli di sicurezza e vivibilità . Oggi a distanza di qualche anno dall’inaugurazione della nuova area di sosta le cose non sembrano aver preso una direzione diversa dal passato. “La scorsa sera, una volta scesi dal treno allo scalo di Campoleone, abbiamo trovato i lampioni spenti. L’intera area era al buio, raccontano alcuni pendolari della tratta ferroviaria, grazie alle luci dei telefoni cellulari siamo riusciti ad uscire dallo scalo e raggiungere le auto in sosta”. I problemi però non finiscono con l’illuminazione fuori uso. “Camminare al buio non è certo facile, racconta un altro pendolare,  ma al rientro dal lavoro, trovare i finestrini della propria vettura distrutti e magari essere stati derubati è anche peggio”. Ieri mattina è nuovamente successo. Ancora prese di mira le vetture, ancora finestrini rotti. “Un malcostume che va avanti da troppo tempo, lamentano i cittadini che ogni giorno parcheggiano la vettura presso l’area di sosta della stazione di Campoleone, abbiamo denunciato questo stato di cose in tutte le maniere ma nulla cambia. Abbiamo chiesto di elevare gli standard di sicurezza dell’area, abbiamo chiesto maggiori controlli. Nulla è cambiato. Non è civile vivere in una comunità in questo modo. Ci rechiamo sul posto di lavoro e dopo una giornata fuori casa, al rientro troviamo la sorpresa della macchina rotta, vandalizzata e derubata senza che  nessuno intervenga, senza che nessuno risolva una volta per tutte la situazione”.  Per ultimo il servizio offerto ai passeggeri in attesa dei convogli. “Spesso in questa stazione non c’è nessuno del personale, raccontano i cittadini, spesso non si sa a chi chiedere le informazioni. Eppure stiamo parlando di uno scalo ferroviario importante e molto trafficato”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA