CRONACA

L'intervento del coordinatore nazionale della Cisl Fp Giancarlo Cosentino

Distrutte 2 auto della polizia locale di Anzio, “atto gravissimo”

ANZIO – Distrutte 2 auto della polizia locale di Anzio, “episodio gravissimo”. La denuncia arriva dal coordinatore nazionale della Cisl FP Giancarlo Cosentino che spiega quanto accaduto mentre gli agenti erano impegnati a sequestrare dei manufatti abusivi sulla spiaggia di Lavinio.

“Dobbiamo ancora una volta denunciare un attacco alla Polizia Locale, ciò che è accaduto ad Anzio è di una gravità inaudita – afferma Giancarlo Cosentino, Coordinatore Nazionale Cisl FP Polizia Locale – e deve far riflettere tutte le istituzioni sul delicato compito che ufficiali ed agenti della Polizia Locale sono chiamati a svolgere ogni giorno nei propri
territori”.
Cosentino analizza quanto emerge dalla prima ricostruzione dei fatti: “il fatto che ad un’attenta e puntuale azione del Comando della Polizia Locale di Anzio, che era impegnato insieme alla Capitaneria di Porto al sequestro di due manufatti abusivi sulla spiaggia di Lavinio, sia corrisposta la distruzione di due auto di servizio, rappresenta un attacco alle istituzioni ed allo Stato che in quel momento gli uomini in divisa stavano rappresentando”

“Questo grave episodio, conclude Cosentino, si verifica solo pochi giorni dopo la tentata aggressione subita dalle colleghe al Comando di Ardea, al Comandante di uno dei gruppi di Roma Capitale ed al Comandante di Minturno. Esprimiamo piena solidarietà al Comandante Sergio Ierace e a tutto il Comando della Polizia Locale, oltre che alla Città di Anzio tutta, e chiediamo che l’Amministrazione comunale si costituisca parte civile nel processo che si terrà una volta individuati i responsabili. Sollecitiamo ancora una volta, inoltre, il Governo, affinché vengano riconosciute agli appartenenti dei Corpi di Polizia Locale di tutta Italia le tutele previdenziali, assistenziali, economiche e giuridiche riservate alle altre forze di Polizia statali, attraverso quella riforma della Legge Quadro della Polizia Locale che giace purtroppo da decenni nei cassetti e che risulta oramai improcrastinabile”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli Correlati

Da non perdere