CRONACA

Pizzicati questa mattina all'alba in zona Fossignano dai carabinieri di Aprilia

Bucano la condotta Eni per rubare gasolio, arrestati due rumeni

In manette due rumeni. 25 mila euro i danni arrecati al gasdotto

Avevano studiato il colpo nei minimi particolari. Cartine alla mano avevano deciso di rubare gasolio dalla condotta Gaeta-Pomezia. Si erano sistemati in via del Tufetto con furgone e tutta l’attrezzatura del caso. Scavatori, cisterne e tutto il resto. Si sono portati sul posto all’alba e si sono messi subito a lavoro. Hanno forato la conduttura è applicato un rubinetto per pompare fuori il gasolio. Mentre stavano operando però sono stati pizzicati dai carabinieri di Aprilia che hanno fatto saltare il loro piano. I due, di origine rumena, sono stati quindi arrestati in flagranza di reato mentre forzavano alcune condutture dell’oleodotto Eni. I due, M.V. 29 enne,e M.A. 31enne, sono stati sorpresi proprio mentre collaudavano il rubinetto da poco applicato mediante foratura della condotta interrata dell’oleodotto Eni, nella tratta Gaeta/Pomezia. I due compari avevano deciso di intervenire in area rurale tra la Via del Tufetto e Fossignano nella speranza di poter agire lontano da occhi indiscreti. I militari operanti hanno sottoposto a sequestro e affidato in custodia giudiziale, un furgone cassonato con annessa attrezzatura ed accessori idraulici, strumenti per scavo terreno, nonché tre cisterne in plastica da 1000 litri cadauna, 24 taniche in plastica di varie tipologie per totale 715 litri e 10 metri circa di tubi in gomma utilizzati per introdurre alcuni litri di gasolio nei recipienti recipienti. Vista l’attrezzatura avevano deciso di spillare molto gasolio.
Il danno stimato arrecato dagli arrestati è di 25.000 euro circa.
I prevenuti sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa di rito direttissimo fissato nella mattinata odierna.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA