CRONACA

E' stato lui stesso a raccontarlo con un post pubblicato sul suo profilo facebook

Atto intimidatorio contro il sociologo Marco Omizzolo

LATINA – Atto intimidatorio contro Marco Omizzolo. Il sociologo e ricercatore Eurispes, da anni in prima linea contro il caporalato nella provincia di Latina, ha subito l’ennesimo atto vigliacco contro la sua persona. Questa volta con una telefonata dai toni sprezzanti e intimidatori. E’ lo stesso Omizzolo a raccontarlo sulla sua pagina facebook. “Qualcuno chiama alle 08.00 del mattino. Numero sconosciuto. Voce maschile e dialetto napoletano piuttosto marcato. Dice che devo smetterla di ‘rompere i coglioni con le mafie e tutte queste cazzate perché ci stai facendo perdere la pazienza’. Continua con altre minacce e accuse. Lo avverto (con toni e parole, devo dire la verità, poco carine) che denuncerò tutto alla polizia e che non mi faccio intimidire da nessuno. Lui dice ‘nu mme ne fotte nu cazz’ o qualcosa del genere. ‘Allora se sei così coraggioso dimmi come ti chiami’. Attacca subito dopo. Sono solo vigliacchi senza dignità”.

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA