CRONACA

APRILIA: CENANO E SCAPPANO SENZA PAGARE

APRILIA – Ravioli al vapore, gamberi sale e pepe grigliati, gamberi al sugo piccante alla piastra, pollo alle mandorle, spaghetti ai frutti di mare alla piastra, un amaebi sashimi, del sake, patate fritte, un po’ di maguro fire venere e poi tre bottiglie di vino bianco, della sprite, latte di cocco, una torta al pistacchio e una al cocco. Totale poco più di centocinquanta euro da dividere in due persone. Peccato però che alla fine della grande abbuffata i due consumatori, due giovani ragazzi di Aprilia, hanno preferito attendere il momento buono e svignarsela dal ristorante, specializzato in cucina dal orientale, senza pagare. L’episodio è accaduto sabato sera in un locale situato in pieno centro storico, a due passi dalla piazza. I due protagonisti della bravata sono giovanissimi e, purtroppo per loro, sono anche stati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza presenti sia all’interno che all’esterno del ristorante. I due sono fuggiti al termine della ricca cena a base di pesce senza saldare il conto. Non pensando di essere però ripresi dalle telecamere, avevano pensato di essere riusciti a farla franca, cenando lautamente e senza tirare fuori un euro. Quando i camerieri ed il proprietario del locale si sono accorti dell’incredibile fuga dei due ragazzi, hanno immediatamente visionato i filmati del sistema di videosorveglianza. Le telecamere avevano ripreso tutta la scena. I due, uno con addosso un giacchetto nero, l’altro invece con una maglietta blu e che portava un gesso al braccio sinistro, se la sono data a gambe poco dopo aver ricevuto il conto al proprio tavolo. Il titolare del locale, a quel punto, ha voluto pubblicare alcuni frame dei filmati sui social, raccontando quanto accaduto poco prima all’interno del suo locale. Un modo per mettere in guardia i due giovani autori della bravata a tornare sui loro passi e a saldare quanto dovevano. Il mattino seguente ha anche informato dell’episodio i carabinieri del reparto territoriale di Aprilia. Qualche ora dopo, evidentemente pentiti e inchiodati da quelle immagini, probabilmente costretti anche dai loro genitori, i due giovani hanno poi contattato il ristorante orientale per sistemare la questione e saldare il conto che, alla fine, poteva costare loro carissimo. L’ultimo episodio del genere si era verificato pochi mesi fa ad Aprilia. Ad inizio anno due coppie, dopo aver pranzato in un ristorante della città, se la erano data a gambe senza pagare un conto da 170 euro. I quattro erano stati poi identificati e raggiunti dai carabinieri del reparto territoriale di via Tiberio nella zona di Campoverde. Per i due uomini e le due donne era scattata una denuncia per insolvenza fraudolenta.

 

@ RIPRODUZIONE RISERVATA