CRONACA

24enne DI APRILIA TROVATO CON MEZZO CHILO DI HASHISH A TERNI, ARRESTATO

APRILIA – E’ stato trovato con mezzo chilo di hashish in auto, quasi mille euro in contanti ed altro materiale che, probabilmente, veniva utilizzato per tagliare e confezionare la droga sequestrata. E’ finito così in manette, nelle scorse ore, un 24enne di Aprilia. Il giovane si trovava a Terni insieme alla ragazza quando è stato fermato per un normale controllo dai carabinieri della stazione San Gemini della città umbra. Servizi di routine che vengono svolti proprio per prevenire questi tipi di reati legati allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’auto su cui viaggiavano i due ragazzi è stata “palettata” in viale dello Stadio, proprio nel cuore del comune ternano. Alla richiesta dei documenti da parte dei militari dell’Arma di San Gemini il conducente ha evidenziato immediatamente una forte e immotivata agitazione. Segnali di nervosismo che sono stati subito percepiti dai militari che, a quel punto, hanno voluto vederci più chiaro. Per questo hanno deciso per una perquisizione completa dell’auto. Ed i sospetti dei carabinieri, coordinati dal comandante Fabio Iucci, si sono rivelati fondati. Le operazioni di verifica hanno consentito infatti di rinvenire nel veicolo quasi mezzo chilo di hashish suddiviso in più involucri e 800 euro in contanti. Dai successivi approfondimenti è emerso che la coppia alloggiava in un bed & breakfast di Montecastrilli. A quel punto, vista la sostanza stupefacente scoperta nell’auto, i militari di San Gemini hanno esteso la perquisizione anche nella stanza della struttura ricettiva dove la coppia alloggiava. Qui gli uomini dell’Arma hanno trovato anche un coltello e una macchina per il sottovuoto. Materiale utilizzato probabilmente per il confezionamento delle dosi. Il giovane 24enne, incensurato, è stato arrestato. Il giudice del Tribunale di Terni, Simona Tordelli, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto la misura del divieto di dimora nella città umbra mentre la Procura aveva richiesto per il ragazzo, l’applicazione degli arresti domiciliari. Le indagini intanto vanno avanti. Gli investigatori stanno continuando gli accertamenti sul giovane e sulle sue amicizie. Si sta cercando, infatti, di capire gli eventuali canali utilizzati dal 24enne apriliano sia per rifornirsi della sostanza stupefacente che per vendere la droga. Se venduta, la sostanza stupefacente avrebbe fruttato diverse migliaia di euro. Il 24enne, come detto incensurato e sconosciuto fino all’altro giorno alle forze dell’ordine, era giunto a Terni da alcune settimane ed alloggiava in una struttura ricettiva della provincia, insieme alla fidanzata che è comunque risultata estranea ai fatti.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA