ATTUALITÀ

Il comune di Aprilia ricorda Borsellino

“La lotta alla mafia dev’essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell’indifferenza, della contiguità e quindi della complicità…”. [Paolo Borsellino]

L’Amministrazione comunale ricorda l’uccisione del giudice Borsellino e degli agenti Emanuela Loi, Agostino Catalano, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, nel 28simo anniversario della strage di via D’Amelio.

“L’estremo sacrificio a cui andò Incontro, consapevolmente, il giudice Borsellino, a soli due mesi dall’uccisione del suo collega e amico Giovanni Falcone è un’eredità importante per tutti noi – commenta il Sindaco Antonio Terra – per noi cittadini italiani e apriliani, per noi amministratori, per noi uomini e donne di oggi chiamati a far vivere lo stesso impegno antimafia nella nostra quotidianità, nelle piccole e grandi azioni che scegliamo di compiere ogni giorno”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA