ATTUALITÀ

GORETTI: CARDIOLOGIA, APRE LA SECONDA SALA ANGIOGRAFICA

LATINA – “Continua il percorso verso una Sanità moderna e di prossimità della Asl di Latina”, con queste parole il Commissario Straordinario, Dr.ssa Sabrina Cenciarelli, ha commentato l’apertura della seconda sala angiografica della Cardiologia dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, avvenuta proprio in questi giorni. “La seconda sala angiografica, – Continua la Dr.ssa Cenciarelli – è prevalentemente dedicata all’attività dell’elettrofisiologia e rappresenta un ulteriore tassello per il completamento dell’intera Cardiologia dell’Ospedale. Lo scorso anno ad agosto abbiamo effettuato l’inaugurazione della nuova emodinamica di ultimissima generazione e di una moderna Unità Coronarica di livello avanzato, con la possibilità di accogliere e seguire i pazienti più complessi. Stiamo ultimando i lavori di ristrutturazione del reparto di degenza della Cardiologia che contiamo di terminare entro il mese di luglio.

Garantire equità ed accesso alle cure primarie rafforzando l’offerta di salute del territorio – continua il Commissario – è l’obiettivo della Asl di Latina ed risultati della UOC UTIC, Cardiologia ed Emodinamica dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, diretta dal Prof. Francesco Versaci, parlano da soli rappresentando una best practice: i dati di attività clinica, presentati lo scorso anno al Ministero della Salute, mostrano l’ospedale Santa Maria Goretti di Latina, come primo nosocomio italiano per la cura dell’infarto e anche tra i primi in Europa. Con la nuova sala angiografica dedicata all’elettrofisiologia ed all’elettrostimolazione, la ASL di Latina ha voluto investire anche nella
innovativa terapia interventistica per la cura di tutte le aritmie complesse e per la cura dello scompenso cardiaco mediante dispositivi impiantabili, che ha subito in questi ultimi anni una crescita
esponenziale presso la cardiologia del Goretti, offrendo in tal modo una eccellente opportunità di cure innovative a tutti gli utenti della provincia di Latina”.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA