ATTUALITÀ

L'annuncio durante questa mattina a Venezia durante i test di sollevamento delle paratoie del Mose

CORONAVIRUS, il premier Conte: “Stato di emergenza fino al 31 dicembre 2020”

CORONAVIRUS, il premier Conte: “Stato di emergenza fino al 31 dicembre 2020”. Lo ha annunciato questa mattina il presidente del consiglio Giuseppe Conte a Venezia durante i test di sollevamento delle paratoie del Mose. “Lo stato di emergenza – ha continuato Conte – serve per tenere sotto controllo il virus. Non è stato ancora deciso tutto, ma ragionevolmente si andrà in questa direzione”

E dunque con il nuovo decreto sarà possibile firmare nuovi Dpcm, decretare nuove «zone rosse», acquistare tutto il materiale necessario a far ripartire in sicurezza la scuola: mascherine, gel, banchi, distanziatori di plexiglass. Così come avviene per i disastri naturali – primi fra tutti i terremoti – lo stato di emergenza consente infatti di saltare alcuni passaggi per l’affidamento degli appalti che non devono avvenire in assegnazione diretta, ma seguono comunque percorsi agevolati. E soprattutto consentirà di programmare per altri sei mesi il lavoro in smart working per i dipendenti dello Stato. La proroga fornisce una «copertura» anche se dovesse esserci una seconda ondata di Covid-19 e quindi effettuare interventi straordinari come il reperimento di posti letto in strutture diverse dagli ospedali, come ad esempio le caserme o gli alberghi sanitari.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA