EVENTI

Il Coro polifonico i Aprilia ha eseguito tre concerti durante la manifestazione "Corisettembre"

I Liberi Cantores conquistano Acqui Terme

Il Coro Polifonico “Liberi Cantores” di Aprilia ha eseguito il 6 e il 7 di Settembre tre concerti ad Acqui Terme (Alessandria), invitati dalla “Corale Città di Acqui Terme”, nell’ambito della tradizionale manifestazione “Corisettembre”, giunta alla 38° edizione. La “trasferta” è stata occasione di esibizioni molto apprezzate da un pubblico numeroso, attento e appassionato e in cui il Coro ha espresso le sue migliori capacità in un repertorio variegato e accattivante. Infatti accanto ai brani sacri che hanno accompagnato la Messa di Domenica mattina nella magnifica Cattedrale, si sono aggiunti nostalgici canti di montagna, coinvolgenti gospel e accattivanti brani popolari. I concerti si sono svolti il sabato sera nella Chiesa romanica di San Francesco e la domenica pomeriggio nel Chiostro della stessa Chiesa. La bellezza dei due luoghi ha accresciuto il piacere dell’ascolto nel pubblico e il piacere del canto nei coristi. L’Invito è nato un anno fa nel Festival di Carinzia (Austria) dove, avendo scoperto nell’incontro di tutti i cori partecipanti, che i 3 cori italiani avevano casualmente magliette bianche, rosse e verdi, è stato improvvisato un esaltante canto dell’inno nazionale che ha fatto nascere una spontanea amicizia. Un’ ulteriore dimostrazione della capacità dell’esperienza corale di contribuire alla crescita culturale e musicale della propria città e, insieme, di creare immediati legami di reciproca stima e conoscenza. Il viaggio, sebbene lungo e faticoso, ha permesso ai coristi di conoscere la città di Acqui Terme ricca di testimonianze storiche, sotto un inaspettato sole estivo, e la lunga sosta a Pisa li ha reimmersi nella magica atmosfera della Piazza dei Miracoli, a rivedere gli ineguagliabili suoi tesori tra migliaia di turisti stranieri. La squisita accoglienza del Coro locale ha offerto al Coro di Aprilia la visita guidata della città alla scoperta di sorprendenti tesori, tra cui la “Bollente”, fonte termale in una piazzetta monumentale da cui sgorga nel centro della città acqua sulfurea a 75°C, usata dagli abitanti anche a scopi domestici, le arcate dell’acquedotto romano, il Duomo romanico e lo splendido trittico del pittore spagnolo Bermejo (1500), in stile fiammingo, raffigurante la Vergine di Montserrat seduta su una sega. Il Concerto finale della rassegna ha visto riuniti, oltre ai cori di Aprilia e Acqui Terme, i cori “Corale Polifonica Cellese” di Celle Ligure (Savona) e il “Coro CAI Città di Novara”.
Una nuova occasione per il coro Liberi Cantores, per far conoscere la propria identità sia corale che Apriliana. Il coro di Aprilia ha infatti offerto alla corale di Acqui Terme prodotti tipici del territorio pontino e romano oltre al cd “Concerto per la Pace”, registrato dalla corale ,e stampe di un noto pittore apriliano.
Riprenderanno dal mese dal mese di settembre le prove del coro per nuovi appuntamenti musicali e trasferte corali.

@ RIPRODUZIONE RISERVATA